Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Curiosita e Passatempo

Fase 2, Coronavirus. Make up da mascherina: gli occhi prima di tutto

Pubblicato

in

donna con mascherina


Dal prossimo 4 maggio, con l’allentamento delle misure di prevenzione del contagio da Covid-19, molti incontreranno colleghi e persone care dopo più di un mese di lontananza e chi vorrebbe arrivare impreparato a questo emozionante appuntamento? Come sappiamo, le prescrizioni per poter uscire in sicurezza prevedono, tra l’altro, l’uso di guanti e della mascherina. Quindi, per le donne, si pone l’interrogativo di come truccarsi, dovendo indossarne una.

Innanzitutto, il viso deve essere ben deterso, ad esempio con latte detergente e tonico. Poi bisogna idratare bene proprio la zona che rimarrà coperta dalla mascherina, specie se la si indossa per molte ore, in quanto la pelle tende a seccarsi e a “tirare”.

Attenzione anche alle labbra: sconsigliato, ovviamente, il rossetto, è invece opportuno idratarle con un balsamo, per evitare che si screpolino.

Fondotinta: scegliamone uno indelebile o compatto, in modo che duri a lungo e che non macchi la mascherina.

Sulle guance, un blush tricolore, nei toni sabbia, terra e dorato come quello usato nelle foto, daranno un bel colorito e luce all’incarnato, che potrà risultare un po’ spento dopo tanti giorni trascorsi in casa.

Gli occhi prima di tutto!

Saranno l’unica parte visibile del nostro viso e per questo il make-up dovrà metterli in risalto.

Se è vero che gli occhi sono specchio dell’anima infatti, ci sarà davvero bisogno di metterli in evidenza perché è tramite essi che potremo manifestare le nostre emozioni. Soprattutto, dobbiamo sorridere e – perché no? – sedurre con lo sguardo e per questo dovremo truccare accuratamente anche ciglia e sopracciglia.

Il proposto ha una base chiara, con la linea dell’occhio definita da eyeliner per dargli una forma da “gatta”. L’eyeliner è quello a matita, che consente di essere sfumato un po’. Si fissa l’eyeline con un ombretto sul tono del marrone e sulla parte mobile della palpebra si applica un ombretto violetto, miscelato col pennello, per dare profondità allo sguardo.

Per delineare bene le sopracciglia, oltre ad usare una pinzetta, si possono infoltire e disegnare usando una matita apposita, seguendo la linea del viso. Infine per uno sguardo intenso e ciglia irresistibili, applicare tanto mascara.

Continua a leggere
Pubblicità

Tecnologia

Migliori giochi PS4

Pubblicato

in

Con la PlayStation 5 in corso di rapido avvicinamento, è lecito pensare che l’attenzione si sposterà tutta sulla console di nuova generazione di casa Sony, così come stanno già facendo i produttori di cuffie compatibili. Attenzione, però, a sottovalutare le potenzialità di PS4! La PlayStation che ci ha tenuto compagnia per parecchi anni ha ancora molto da dire (e da dimostrare). E di seguito abbiamo voluto riassumere quali sono i migliori giochi PS4 che puoi e devi giocare nelle prossime settimane, prima di abbracciare con convinzione la next-gen!

God of War

Possiamo forse non iniziare da God of War? La serie che ha come protagonista Kratos è un vero e proprio best seller, e l’ultimo episodio della saga è cresciuto ancora sul profilo grafico e narrativo. Kratos è un po’ meno “dio” e un po’ più “umano”, e ad affiancarlo in questa avventura c’è il figlio Atreus. Lo sbarco nella mitologia norrena è davvero fantastico, e il titolo è tutto da giocare!

Days Gone

Anche se non ha avuto il successo che è stato meritato da altri titoli di questa lista, riteniamo che anche Days Gone meriti di essere giocato. Il gusto di vagare in un mondo post apocalittico, cercando di sopravvivere contro gli zombie, potrebbe non essere l’idea più originale di sempre. Tuttavia l’opera di Bend Studio merita ben più di qualche ora di gioco!

Horizon Zero Dawn

Sviluppato da Guerrilla Games, Horizon Zero Dawn è certamente uno dei giochi di maggiore appeal di Sony PS4. Open world con meccaniche di action RPG, è uno straordinario incrocio tra un mondo preistorico e uno ultratecnologico (nella trama si capirà presto il perché). Protagonista è la giovane Aloy, che dovrà affrontare una meravigliosa avventura per poter ricostruire il suo passato.

Bloodborne

Bloodborne, creato dalla From Software, è un RPG di azione che richiama alla mente alcuni dei concetti cari a Dark Souls, di cui condivide un team di sviluppo. Ne deriva un game piuttosto difficile ma mai troppo frustrante, ambientato in un mondo davvero tetro, che non mancherà di catturarvi e di farvi immergere con spensieratezza.

Marvel’s Spider Man

Gli amanti dell’Uomo Ragno e del suo mondo non potranno che calarsi nei panni di Peter Parker e esplorare una New York mai così reale. La storia non è il massimo dell’originalità, ma ci sono tanti spunti per cui vale la pena giocare questo titolo, come l’ultimo cameo di Stan Lee, anche se non in carne ed ossa, bensì in versione digitale.

Gran Turismo Sport

Gli appassionati delle alte velocità e dei giochi di guida non possono che mettere in casa Gran Turismo Sport, un titolo che con il passare dei mesi ha ottenuto crescenti riconoscimenti grazie a una politica di aggiornamenti gratuiti che ha permesso a molti utenti di potersi avvicinare ad esso con caratteristiche da scoprire sempre nuove.

Yakuza 6: The Song of Life

Yakuza 6 è l’ultimo capitolo della saga Yakuza. Nonostante si goda al meglio dopo aver giocato i primi episodi, il gioco può essere altresì ben fruito stand alone. La carica adrenalinica di questo gioco di avventura e di azione è davvero sensazionale, e consigliamo tutti coloro i quali vogliono giocare questo titolo di farlo subito!

Uncharted: L’Eredità Perduta

Uno dei capitoli più amati di Uncharted, L’Eredità Perduta ci metterà nei panni di Chloe Frazer, che finirà con l’allenarsi con la mercenaria Nadine Ross per poter trovare un oggetto prezioso. Naughty Dog è oramai una garanzia di divertimento, con un gioco d’azione in terza persona dinanzi al quale si ha ben poco da obiettare.

Detroit: Become Human

Tra i giochi che si devono assolutamente giocare c’è poi anche Detroit: Become Human, per molto tempo esclusiva di casa PlayStation. Realizzato da Quantic Dream, è piuttosto un incrocio tra un gioco e un film, considerato che il giocatore sarà più impegnato a capire quali sono le scelte giuste (ma esistono realmente scelte giuste?) piuttosto che impegnarsi in prove di abilità.

Persona 5 Royal

Persona è una delle saghe di RPG più apprezzate su PlayStation 4, e l’episodio in questione è probabilmente uno dei migliori per coinvolgimento. La versione Royal comprende non solamente i sottotitoli in italiano, quanto anche tutti i DLC del gioco, che permetteranno di godere dell’avventura in maniera più completa.

Death Stranding

Ultima opera di Hideo Kojima, noto in tutto il mondo soprattutto per aver creato la saga di Metal Gear, Death Stranding ha diviso pubblico e critica tra chi lo ama e chi lo odia. In realtà si tratta di un gioco che merita di essere vissuto, e che ha una ricostruzione degna di un gran film: a prestare volto e movenze sono – tra gli altri – Norman Reedus, Lea Seydoux, Lindsay Wagner e, soprattutto, un grandissimo Mads Mikkelsen.

Last of Us Parte II

Tra gli imperdibili di più recente pubblicazione su PS4 annoveriamo altresì The Last of Us Parte II, che prosegue la storia di Joel e (soprattutto) Ellie con un taglio che ha convinto i più. Ottima grafica e gameplay discreto fanno da compagnia a una vicenda tutta da vivere.

Ghost of Tsushima

Ghost of Tsushima ha rispettato le aspettative? Probabilmente si, considerate le prelibatezze che questo titolo di Sucker Punch ci può offrire. Ottima grafica, un gameplay non perfetto ma convincente, e un’ambientazione da samurai che convince!

Cyberpunk 2077

Cyberpunk 2077 sarà l’ultimo grande titolo di PS4. Sviluppato da CD Projekt Red, creatori della saga di The Witcher, è un open world ambientato nel futuro che promette grandi, grandissime cose. Non ci resta che attendere ancora qualche giorno e metterci su le mani!

Continua a leggere

Curiosita e Passatempo

Olimpiadi e soldati romani: le origini inaspettate del gioco

Pubblicato

in

Storia ed evoluzione del gambling moderno

 

Le origini dei più famosi giochi moderni spesso sono avvolte dal mistero, tanto che in molti casi è difficile ripercorrerne gli sviluppi nel tempo. Per questo LeoVegas ha creato l’infografica “Paese che vai, gioco che trovi: storia e origini dei giochi più famosi nel mondo così da analizzare le varie tappe storiche del gioco.

 

 

Le prime testimonianze risalgono addirittura ai tempi della Grecia e dell’Antica Roma: durante le Olimpiadi nacquero le prime scommesse sportive, mentre i romani, oltre a giocare durante i Saturnali, crearono un gioco simile a una ruota della fortuna. Altre due tappe fondamentali in questo percorso storico sono la diffusione del Caturanga nell’India del VI secolo, l’antenato più simile ai moderni scacchi, e l’invenzione della carta nell’Asia del X secolo, fondamentale per la nascita del gioco di carte più antico al mondo, il Ganjifa.

 

Bisogna però attendere il 1400 per le prime testimonianze di carte da gioco in Europa, dove arrivarono grazie agli scambi con il Medio Oriente: le nostre carte da gioco odierne derivano quindi da quelle utilizzate dai Mamelucchi, che giocavano con mazzi da 52 carte divisi in 4 semi.

 

Poker, roulette e blackjack: le origini di quelli che sono i giochi oggi più diffusi risalgono al periodo tra il XVI e il XVIII secolo tra Italia, Persia e Francia. Proprio nel nostro Paese è stato inaugurato nel 1638 il primo casinò, ovvero il Ridotto di Venezia.

 

Infine, più recenti sono la nascita delle slot machine (fine 800) e delle video slot (anni ‘70) e lo sviluppo del Texas Hold’Em che dagli anni ’60 ha spopolato in tutto il mondo. Arrivando ai giorni nostri, l’ultima tappa di questo percorso storico sono le piattaforme web e il gioco online, compresa la modalità live che ha trasformato ulteriormente il mondo del gambling.

 

Continua a leggere

Le Notizie più lette