salvini a Napoli

Matteo Salvini, a Napoli per un appuntamento elettorale, ha incontrato alcuni imprenditori partenopei negli uffici di Maurizio Marinella, alla Riviera di Chiaia. Il leader della Lega – si apprende – ha incontrato l’imprenditore delle cravatte nella sala conferenze a poca distanza dal suo negozio, assieme ad altri esponenti dell’imprenditoria napoletana. “Salvini è venuto a incontrare un gruppo di imprenditori per ascoltare i loro problemi e proporre delle risposte, spiegando che la vecchia concezione della Lega che guarda solo al Nord non esiste più, perché nel mondo il brand Italia è fortissimo ma riguarda tutto il Paese”. Cosi’ Maurizio Marinella, imprenditore napoletano delle cravatte, descrive la riunione informale che il leader della Lega ha avuto a Napoli con alcuni esponenti dell’imprenditoria nella saletta conferenze alla Riviera di Chiaia. “Salvini – spiega Marinella – ha sottolineato di volersi concentrare per far recuperare il terreno perduto a Napoli e al Mezzogiorno. Sa che Napoli e’ una città bellissima ma ha visto anche senzatetto che dormivano sotto i portici in centro e il problema della spazzatura che va risolto, mettendo in campo progetti seri per migliorare la città. Gli imprenditori gli hanno segnalato che ormai fare impresa in Italia è difficile ma al Sud è proprio una missione. Salvini ha risposto di rendersi conto delle difficoltà, sottolineando anche che spesso le amministrazioni locali non riescono ad usare i fondi europei destinati al Sud”. Momenti di tensione davanti al teatro Augusteo dove tra circa un’ora è atteso l’intervento del leader della lega Matteo Salvini. Alcuni cittadini, in particolare un genitore con un bimbo in passeggino a seguito, hanno protestato per la chiusura della funicolare la cui sede centrale è situata proprio accanto al teatro Augusteo, chiusura disposta dal questore per motivi di ordine pubblico in occasione della manifestazione politica. Pronta la risposta di simpatizzanti e militanti della Lega che hanno iniziato a loro volta ad inveire contro il cittadino. E’ stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine per calmare gli animi. Alcuni tra i presenti gli hanno urlato “buffone”, invitandolo ad allontanarsi.