Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Tv

‘The real housewives di Napoli’: dal 24 gennaio su Real Time

Pubblicato

in



Arriva in Italia e per la prima volta il fortunato franchise targato NBCUniversal: ‘The real di ’, dal 24 gennaio alle 22:20 su Real Time e disponibile in streaming su Dplay, la piattaforma OTT pay di Discovery Italia.La versione partenopea, prodotta da FTM Entertainment per Discovery Italia, racconterà le casalinghe più esuberanti, fashion e veraci dei migliori quartieri di , tra paesaggi mozzafiato, lusso sfrenato, weekend in barca ed eventi esclusivi. Le sei protagoniste della serie non sono ‘casalinghe’ nel senso stretto del termine e sono pronte ad offrire e presentare lo sfarzo delle loro vite, le loro aspirazioni, il glamour, i loro familiari e le dinamiche delle loro relazioni e amicizie.Nella loro vita, assolutamente fuori dal comune, sono amiche ma rivali per antonomasia. Alcuni punti o situazioni le accomunano, altri le separano in maniera decisa e netta, infatti ognuna di loro ha una determinata personalità e una storia da raccontare.Daniela: vive a Posillipo ed è single con una figlia. Giornalista, impegnata nel sociale, possiede una villa all’interno della quale organizza eventi. La sua ossessione è “invecchiare”, per questo cura in maniera maniacale la sua alimentazione, il suo fisico e non disdegna l’ausilio della chirurgia estetica.Maria Consiglio: sangue blu di famiglia, vive la sua vita aristocratica tra circoli privati e feste blindate. Laureata con master, funzionario dei beni culturali per il Ministero, è una conduttrice radiofonica e una scrittrice, ha da poco infatti pubblicato il suo primo libro: un romanzo erotico. Il suo unico vero amore è Chanty, la sua cagnolina.Noemi: vive a Chiaia con la sua famiglia moderna e allargata. La sua passione più grande sono i suoi 3 figli. Imprenditrice nel campo della cosmesi, è affascinata dall’estetica, adora le creme e i trattamenti di bellezza. Cura i suoi capelli in maniera smodata. Sul braccio ha tatuata la sua frase preferita: Sii affamato, sii folle! Raffaella: vive a Torre del Greco ed è una mamma divorziata.Discendente di una storica famiglia di commercianti di perle e coralli, ha una villa storica con piscina, campi da tennis e un bosco privato. Ama definirsi “tutta originale” senza essersi mai rifatta.Simonetta: psicologa, stilista, networker del benessere. Vive con le sue due figlie. Sportiva, cerca di tenersi sempre in forma con sport dinamici come il pugilato e le arti marziali. I motori sono la seconda passione: le piace sfrecciare in moto e farsi qualche giro in pista con auto veloci.Stella: vive a Posillipo, sposata e divorziata tre volte. È titolare del più importante centro estetico di . I suoi “beauty party” sono diventati una vera e propria ricorrenza. Ha una collezione di scarpe, borse e abiti da sera, anche se la sua vera passione è quella per lo champagne.
E poi c’è la città di Napoli, che in realtà gioca un ruolo fondamentale nella serie ed è molto più di un set: in ogni episodio ci sarà uno sguardo privilegiato su tutto quello che accade dietro le quinte di una società che è poco incline a farsi vedere e raccontare, in una città che senza cadere nella retorica offre con i suoi contrasti in ogni momento e in ogni angolo spunti unici. Napoli come non si è mai vista in TV, ma anche con degli elementi che appartengono alla “napoletanità” che tutti conoscono: esuberanza, ironia, calore, allegria.

Continua a leggere
Pubblicità

Cultura

Le quattro giornate di Napoli a ‘Passato e presente’, il programma di Rai Cultura

Pubblicato

in

A ‘Passato e presente’ domani le Quattro giornate di , domani 25 settembre su Rai3

 

Dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943, i nazisti occupano Napoli imponendo un regime di durissima repressione. Il nuovo comandante, il colonnello Walter Scholl, impone lo stato d’assedio e ordina a tutti i cittadini la consegna delle armi. Fa anche sgomberare l’intera fascia costiera, lasciando senza casa 200 mila abitanti, in una città già provata da anni di guerra e di bombardamenti aerei da parte degli alleati. Una storia ripercorsa dalla professoressa Isabella Insolvibile e da Paolo Mieli a ‘Passato e Presente’, il programma di Rai Cultura.

Il provvedimento più duro imposto dai tedeschi è l’obbligo, per tutti gli uomini abili, di presentarsi per il lavoro obbligatorio. Questo avrebbe significato diventare schiavi e rischiare la deportazione in Germania. Tutta la città cerca di nascondere i propri uomini e, quando scattano i rastrellamenti da parte tedesca, la popolazione insorge. Dal 28 settembre al 1° ottobre la battaglia delle Quattro giornate trasforma Napoli in un teatro di guerra. Combattono per le strade uomini, donne e molti ragazzi. Si uniscono ai civili anche diversi militari, che dopo lo sbandamento successivo all’armistizio hanno deciso di lottare contro gli occupanti. Alla fine i napoletani riescono a mettere in fuga i tedeschi, che abbandonano il capoluogo campano dirigendosi verso nord, e Napoli diventa la prima città in Europa a essersi liberata da sola dall’occupazione nazista.

Continua a leggere



Cinema

Sky annuncia l’ultima stagione di Gomorra e Genny su Fb scherza: ‘E io mo che faccio?’

Pubblicato

in

Sky annuncia l’ultima stagione di Gomorra e Genny su Fb scherza: ‘E io mo che faccio?’.

 

“Siamo al viaggio conclusivo della storia, per noi attori sara’ un lutto ma i risultati danno soddisfazione a tutti”. Salvatore Esposito, il Genny Savastano di ‘Gomorra’, si e’ collegato alla conferenza stampa di presentazione dei nuovi prodotti Sky Original con Marco D’Amore (Ciro nella finzione), da Riga dove sono cominciate pochi giorni fa le riprese (che si sposteranno poi a per concludersi ad aprile 2021) della quinta e ultima stagione della serie realizzata da un’idea di Roberto Saviano.

“Il valore di ‘Gomorra’ va oltre il piccolo schermo e oltre i confini nazionali”, ha introdotto Meccanico, convinto che la prossima non sara’ solo l’ultima stagione ma anche una stagione unica. Sara’ diretta da Claudio Cupellini, al timone della serie fin dalla prima stagione, e da Marco D’Amore, gia’ regista di parte della quarta e del cinematografico ‘L’Immortale’, il successo targato Vision Distribution e Cattleya che ha fatto da da ponte fra la quarta e la quinta stagione della serie. Le sceneggiature sono di Leonardo Fasoli, Maddalena Ravagli, Gianluca Leoncini, Valerio Cilio. La quinta stagione della piu’ internazionale delle serie tv italiane (nella classifica del ‘New York Times’ e’ al quinto posto fra le produzioni non americane piu’ importanti del’ultimo decennio) vedra’ il ritorno di Marco D’Amore anche accanto a Genny Savastano (Salvatore Esposito) nei panni di Ciro l’Immortale, uscito di scena alla fine della terza stagione. Riprendono i loro ruoli nel cast anche Arturo Muselli, nei panni di Enzo Sangue Blu, e Ivana Lotito in quelli di Azzurra Avitabile, la moglie di Genny.

Genny e Ciro sono poi comparsi sui social con un siparietto in bianco e nero. ì”Annuncio del giorno: Gomorra 5 ultima stagione”, esordisce Marco D’Amore che tornerà nei panni di Ciro l’Immortale, dopo avere diretto e interpretato il film che fa da trait d’union tra quarta e quinta stagione della serie sulla guerra tra clan camorristici. “Come ultima stagione? Non avevano detto che…”, obietta Salvatore Esposito, l’interprete di Genny Savastano. “No questa è l’ultima stagione. Abbiamo finito qua. Quella che stiamo girando è l’ultima”, chiarisce D’Amore. “E io che faccio dopo?”, chiede Esposito. “Che ne so Sasà? Aprimm ‘na pizzeria”, propone D’Amore. “Io tengo un chioschetto di taralli, poi male che vada ti do una mano in pizzeria”, commenta Salvatore Esposito. “Perché tu sai fa’ le pizze? Vammi a fare ‘na margherita con poca mozzarella”, commenta ridendo Marco ‘D’Amore, che poi conclude con un malinconico “the end”.

Continua a leggere



Le Notizie più lette