Fare la spesa gratis? Un’impresa da sogno, possibile forse solo negli Stati Uniti. Anche in Italia, però, dando uno sguardo alla disponibilità di voucher e codici sconto è possibile risparmiare un bel gruzzolo ogni volta che ci si dedica allo shopping, approfittando di riduzioni e promozioni che rendono la spesa molto più conveniente. Il consiglio di chi da lungo tempo si cimenta in questo tipo di attività è quello di abbinare le offerte che vengono proposte di tanto in tanto nei punti vendita con i buoni sconto. Tutte le catene di distribuzione e tutti i grandi supermercati prevedono una o più volte al mese promozioni ad hoc, per esempio offrendo prodotti sottocosto, sconti dedicati ai titolari delle fidelity card o tre per due.

Come sfruttare i coupon

Se si ha abbastanza tempo a disposizione è davvero utile pianificare la propria spesa decidendo ogni volta dove fare acquisti in base alle promozioni attive al momento. Spesso già nei negozi vengono messi a disposizione voucher e buoni sconto che possono essere sfruttati, magari sotto forma di promozioni periodiche o stampati dietro agli scontrini. In più, è bene tenere sempre come punto di riferimento il scontiebuoni.it, dove si trovano codici sconto per un vasto assortimento di punti vendita e per le categorie merceologiche più diverse.

L’extreme couponing

Nel corso degli ultimi anni in questo campo si è sviluppata ed è andata diffondendosi una vera e propria moda, a cui è stato dato il nome di extreme couponing. Un grande contributo in tal senso è giunto dalla trasmissione omonima, una serie tv in onda negli Stati Uniti sulla TLC che raccontava le vicende di famiglie americane impegnate a trovare e a sfruttare i coupon. Per loro la ricerca dei buoni sconto era un vero e proprio lavoro, ma va detto che in Italia i marchi non operano con le stesse modalità di Oltreoceano: qui, infatti, le modalità di erogazione e di fruizione dei coupon sono differenti.

La diffusione dei coupon

Il boom dei coupon in Italia può essere circoscritto agli ultimi dieci anni. Se è vero che il desiderio di risparmiare è da sempre insito nel consumatore, è altrettanto vero che grazie al web è stata messa da parte la concezione del buono sconto fruibile in formato cartaceo, dal momento che si è passati a una soluzione più tecnologica, basata su Internet: i codici sconto digitali, appunto.

Shopping offline e online

Tali codici sconto non sono più destinati a essere impiegati nei punti vendita fisici, ma direttamente negli e-commerce. Diventati validi alleati per una gestione oculata e intelligente del bilancio familiare, essi contribuiscono a ridurre il budget necessario per fare la spesa. Questi codici si applicano per tantissimi tipi di prodotto, dagli articoli di elettronica ai libri, dagli alimentari ai viaggi, dai servizi alle cene al ristorante. Come dire: ci si può concedere qualche sfizio senza che il conto in banca ne risenta troppo.

Quanto si riesce a risparmiare

Ovviamente non è possibile fornire una stima universale a proposito dell’entità del risparmio che si riesce a ottenere, ma i più bravi e meticolosi nella ricerca dei codici sconto sono in grado addirittura di dimezzare i costi complessivi. Insomma, vale la pena di sfruttare le strategie di marketing che i grandi e i piccoli marchi mettono in atto per attirare clienti, imparando a distinguere e a utilizzare sia i codici sconto pubblici, che sono a disposizione di tutti, sia i codici sconto riservati, che sono destinati a categorie di consumatori ben precise: nicchie di cui è auspicabile far parte.

‘Masaniello’ al Sannazaro. Di Lara Sansone, in scena con Leopoldo Mastelloni, dal 24 gennaio

Notizia Precedente

Minaccia di morte l’uomo che con il gregge aveva invaso il suo fondo agricolo: arrestato

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..

Altro Economia