Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Castellammare di Stabia

Castellammare, si pente il killer del clan D’Alessandro

Pubblicato

in



Era stato arrestato la scorsa settimana perché trovato in strada armato. Era in attesa del giudizio finale della Cassazione con una condanna all’ergastolo già comminata in secondo grado perché ritenuto l’autore dell’omicidio di Pietro Scelzo. E ora Pasquale Rapicano ha deciso di collaborare con la giustizia. Uno dei killer più spietati del clan D’Alessandro nei giorni scorsi ha chiamato i magistrati della Dda di napoli, ha chiesto protezione per i suoi familiari (già portati in località protetta) e si è detto pronto a collaborare. A 39 anni, con il timore di passare il resto della sua vita in cella, ha deciso di cambiare, come anticipa Il Mattino, e dichiarandosi pronto a raccontare tutto sugli ultimi omicidi di camorra, sugli affari del clan D’Alessandro, sui legami con gli insospettabili. E ora trema il vertice della cosca di Scanzano e non solo. Rapicano aveva già trascorso 4 anni in carcere dal 2007 al 2011. Poi ci fu la clamorosa assoluzione in secondo grado proprio per l’omicidio Scelzo, annullata dalla Cassazione e cancellata dalla Corte d’Appello di Napoli dopo il secondo processo.

Continua a leggere
Pubblicità

Arte e Musei

Museo Libero D’Orsi di Castellammare: sanata una frattura con la storia della città

Pubblicato

in

Qui si sana una vergogna durata ventitré anni. Ieri l’Antiquarium, dedicato al preside archeologo Libero D’Orsi, ha riaperto i battenti a Quisisana nella prestigiosa sede di Palazzo Reale.
Il percorso è a dir poco meraviglioso grazie alla bellezza dei reperti, alla delicata cromia delle pareti, a un attento allestimento che spazia in maniera diacronica e topografica avvalendosi anche di alcuni approfondimenti tematici e alla magnificenza della Reggia. È un viaggio nella storia stabiana, dalle origini fino all’eruzione del Vesuvio, con otto secoli che si materializzano davanti agli occhi dei visitatori. Inoltre è la possibilità di vedere come l’arte, in tale arco di tempo, si sia affinata e di comprendere aspetti della vita materiale dei nostri antenati.
In mostra i reperti dell’ager stabianus (Santa Maria delle Grazie, Gesini, Carmiano ecc) con postazioni degne dei grandi musei europei che sprigionano una bellezza senza tempo da vetrinette, pareti e scaffalature.

Visitarlo dà una gioia incredibile, forse per il piacere di riabbracciare una parte della propria storia o di rivedere antichi parenti, dati quasi per scomparsi.
All’inaugurazione hanno partecipato anche il neocittadino onorario prof. Massimo Osanna, già sovrintendente del Parco di Pompei e ora direttore generale dei musei d’Italia, l’ingegnere Gaetano Cimmino sindaco di Castellammare, e il dott. Francesco Muscolino già dirigente degli Scavi di Stabia eora direttore del museo archeologico di Cagliari.
Tra le tante buone notizie c’è anche quella della ripresa degli scavi a Villa San Marco dove numerosi ambienti attendono ancora di essere riportati alla luce.

Pierluigi Fiorenza

Continua a leggere



Castellammare di Stabia

Coronavirus a Castellammare, nuovo focolaio in ospedale: 8 contagiati tra medici e dipendenti

Pubblicato

in

coronavirus castellammare

Castellammare. Dodici contagiati al coronavirus nella giornata di ieri e cresce di nuovo la preoccupazione  tra i cittadini ma anche tra gli amministratori.

 

Dei 12 contagiati ben 8 sono sono lavoratori dell’ospedale san Leonardo ovvero 6 tra medici e infermieri e 2 operatori che lavorano nella centrale del 118. Sale così il bilancio in città per le infezioni da coronavirus arrivato a 56 cittadini stabiesi positivi, un numero che regala a Castellammare un triste primato regionale. A cui si devono aggiungere 125 persone in isolamento-

Il sindaco gaetano Cimmino sulla sua pagina facebook ha spiegato: “L’Asl ci ha comunicato che altri quattro cittadini di Castellammare di Stabia sono risultati positivi al Covid-19. Si tratta di una 53enne, una 38enne, un 39enne ed un 61enne che di recente si sono sottoposti al tampone, il cui esito ha confermato il contagio. Tutti si trovano attualmente in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva e sono asintomatici. A loro auguro di rimettersi in fretta e di guarire nel più breve tempo possibile”. E a proposito del contagio in ospedale ha scritto: “Nel frattempo mi giungono notizie preoccupanti per quanto riguarda l’ospedale “San Leonardo” dove ci sarebbero alcune criticità e mi sono già attivato per avere delucidazioni in merito.
Sono certo che a breve tutti i cittadini colpiti da coronavirus vinceranno la propria battaglia con la malattia. E’ fondamentale ora, però, non abbassare la guardia. Ricordiamo a tutti che è stato disposto l’obbligo, su tutto il territorio regionale, di indossare la mascherina anche nei luoghi all’aperto, durante l’intero arco della giornata, a prescindere dalla distanza interpersonale”.

 

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette