«Il governatore De Luca dovrebbe spiegare perché i piani sui rifiuti della Regione del 2011 e del 2016 sono ancora inattuati. Dov’è la riduzione dei rifiuti e dove sono gli impianti di compostaggio che erano stati previsti? Anziché andare in radio a raccontare sciocchezze contro il Governo, pensasse alle sue mancanze». A dichiararlo è la senatrice Vilma Moronese (M5S) Presidente della commissione ambiente del Senato.
«Aveva promesso di far sparire le ecoballe che il suo partito ha prodotto e che sono ancora disseminate in tutta la Campania e ad oggi solo il 5% sembra essere stato smaltito. Dovrebbe spiegare perché continuano ad autorizzare impianti di trattamento rifiuti in zone altamente compromesse come quella di Calvi Risorta (Ce). Inoltre, fu proprio l’assessore all’ambiente della Regione Campania a dichiarare durante la riunione del comitato sull’ordine e la sicurezza pubblica del 2 novembre 2018 che la Regione non ha contezza del fabbisogno impiantistico facendo quindi presumere che il piano rifiuti regionale sia stato redatto con assoluta ignoranza – incalza Moronese -. Per non parlare dei controlli, infatti fu la stessa Regione a dichiarare di non essere in grado di poter effettuare controlli seri sugli impianti».
«Sul problema Terra dei Fuochi e rifiuti in Campania, la verità è una sola: se De Luca vuole trovare un colpevole, basta che si guarda allo specchio» conclude.

Link sponsorizzati
Link sponsorizzati