Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Napoli e Provincia

Napoli, Città metropolitana: 5 milioni per 8 progetti a Casalnuovo

Pubblicato

il

casalnuovo


Cinque milioni di euro per il Comune di Casalnuovo di Napoli. È quanto stanziato dalla Città metropolitana di Napoli nell’ambito del Piano strategico metropolitano per progetti che vanno dall’efficientamento energetico dell’impianto di pubblica illuminazione delle strade urbane al completamento dell’area Musa (Mercato urbano spazi aperti), passando per la messa in sicurezza degli edifici scolastici, di diversi impianti sportivi e per la riqualificazione delle aree esterne del centro polifunzionale Labor Inti. In tutto otto progetti – riporta una nota – che sono stati presentati questa mattina, a Palazzo Lancellotti, dal sindaco della Città Metropolitana, Luigi de Magistris, insieme con il sindaco del Comune di Casalnuovo, Massimo Pelliccia, e alla consigliera metropolitana delegata allo Sport, ai giovani e alle pari Opportunità, Katia Iorio, che ricopre anche il ruolo di consigliera del Comune a Nord di Napoli.L’efficientamento dell’impianto della pubblica illuminazione equivale a 1.280 nuovi alberi. In particolare, per l’efficientamento energetico dell’impianto di pubblica illuminazione, sono stati stanziati un milione e 400mila euro: l’intervento prevede la posa in opera di complessive 2.200 armature stradali a led di diverso wattaggio che permetteranno, da un lato, di adeguare l’intera rete di pubblica illuminazione alle norme vigenti e, dall’altro, di ottenere una significativa riduzione dei consumi (-61.16%) con un conseguente calo di CO2 emessa nell’ambiente (-989 ton./anno). Considerando la quantità di CO2 assorbita mediamente da un albero (secondo quanto riportato dalla convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici – Unfccc), gli interventi di efficientamento sulla rete di pubblica illuminazione equivarranno a circa 1.280 nuovi alberi piantati sul territorio comunale.Per il completamento dell’area Musa, sono state finanziate opere per complessivi 2 milioni e 150mila euro: 1 milione e 700mila per il miglioramento della connessione Area Target – via Benevento, che prevede la riqualificazione dell’intera strada con il rifacimento dei marciapiedi e della sede stradale, mentre 450mila vanno per la sistemazione del tratto di strada che collega via Virnicchi con via De Filippo, per il quale sono previste la realizzazione di aree per la sosta veicolare, la ricostruzione di un tratto di un muro di circa 25.5 metri, la realizzazione dell’impianto di illuminazione, di videosorveglianza, di smaltimento delle acque meteoriche, della segnaletica orizzontale e verticale, oltre che la sistemazione a verde e arredo urbano.
Quattrocentomila euro sono stati stanziati, invece, per la messa in sicurezza degli elementi non strutturali di 12 edifici scolastici destinati a scuola materna, primaria, medie inferiori ed asilo dislocati sul territorio comunale. In particolare – sottolinea ancora la nota – si procederà all’eliminazione del fenomeno del distacco dell’intonaco dai solai e alla realizzazione di nuova controsoffittatura, con l’impermeabilizzazione delle coperture.Previsti, inoltre, nell’ambito della riqualificazione delle zone del comparto Legge 219/81, due interventi nell’area sportiva retrostante la scuola di viale dei Tigli e nello spazio antistante il fabbricato 6: il primo condurrà alla realizzazione di un campo da calciotto di 27 metri x 47 e alla riqualificazione della struttura sportiva nell’area retrostante la scuola di viale dei Tigli; il secondo, invece, alla realizzazione di un campo da calcio a 5 nell’area compresa nell’incrocio tra viale degli Oleandri e viale dei Pini e alla sistemazione della stessa con un’area parcheggio per 12 posti auto. Il tutto con un finanziamento di 240mila euro.Sempre rimanendo nei pressi di viale dei Tigli, è prevista anche la riqualificazione dell’impianto sportivo di via monsignor Peluso mediante la realizzazione di campi polivalenti e la sistemazione delle aree verdi connesse. L’investimento è di 400mila euro.Altri 130mila euro sono stati stanziati per la riqualificazione dell’intera area con la sistemazione di aree a verde, aree giochi ed arredo urbano, sistema di videosorveglianza ed abbattimento delle barriere architettoniche del centro polifunzionale ‘Labor Inti’, mentre ulteriori 240mila serviranno per il ripristino della copertura e l’adeguamento degli impianti antincendio del palazzetto dello sport di viale delle Ginestre.Nell’occasione, è stato presentato anche un altro finanziamento, di 55mila euro, erogato dalla Città metropolitana di Napoli per la manifestazione casalnuovese ‘Cultweek, settimana della cultura e della gioventù’ nell’ambito della promozione di progetti culturali che concorrono allo sviluppo dell’area metropolitana.
“Oggi è veramente una giornata importante – ha affermato il sindaco metropolitano, Luigi de Magistris – per la comunità di Casalnuovo e per l’intera Città metropolitana, perché rappresenta il coronamento di un grande lavoro. Solo chi quotidianamente si trova a che fare con le casse vuote degli enti locali sa cosa significa vedere stanziati 5 milioni di euro per 8 progetti da realizzare su un territorio come quello di Casalnuovo. Per questo la soddisfazione di finanziare questi interventi è ancora maggiore, e ripaga di tutte le battaglie che abbiamo affrontato e che ancora abbiamo da affrontare per far sì che il Piano strategico metropolitano diventi realtà e possa dispiegare tutto il suo potenziale in termini di miglioramento della qualità della vita. Penso alle battaglie fatte – ha aggiunto – per sbloccare i fondi che giacevano inutilizzati presso le istituzioni centrali, quasi un ‘corpo a corpo’ che ho dovuto ingaggiare con i ministeri competenti, al grande lavoro di squadra fatto prima in Consiglio Metropolitano, dove, in forza di un proficuo accordo istituzionale tra le forze politiche, sono stati stabiliti i criteri, assolutamente oggettivi e non discrezionali, per la destinazione delle risorse, e poi negli uffici della Città metropolitana, che hanno guidato le amministrazioni comunali nella presentazione dei progetti. Ecco, pensare oggi a come potrà migliorare la città di Casalnuovo grazie ai fondi stanziati dalla Città metropolitana ripaga di tutto ciò, e costituisce uno sprone ad andare sempre avanti per fare di più e meglio”.”Ringrazio, a nome della comunità di Casalnuovo – ha affermato la consigliera metropolitana Katia Iorio – il sindaco de Magistris e tutto il Consiglio metropolitano che hanno consentito di disegnare prima, e attuare poi, un Piano Strategico che porterà allo sviluppo concreto di tutto il territorio. È bello, inoltre, sottolineare che ciascuno di noi, in un esempio di sinergia forse unico in Italia, ha fatto la sua parte nell’accompagnare la grande intuizione del Sindaco de Magistris che vede oggi il conferimento di importanti risorse che permetteranno la realizzazione di progetti strategici per Casalnuovo”.”Questa – ha sottolineato il sindaco Pelliccia – è stata una grande giornata per la città di Casalnuovo. Grazie ai fondi Città metropolitana 5 milioni di euro saranno investiti per un ampio parco progetti da realizzare nelle aree della città dove c’è più bisogno: edifici scolastici, efficientamento energetico, potenziamento delle aree aggregative. Attraverso un sistema partecipativo e un sito web saremo in grado di coinvolgere e aggiornare i cittadini sullo stato di avanzamento dei lavori. Siamo felici – ha concluso – per l’ottimo lavoro di progettazione e amministrazione svolto che permetterà a Casalnuovo di essere sempre più una città a misura di famiglia”.

Continua a leggere
Pubblicità

Ercolano

Rubati 22 pc nell’Istituto Giampaglia di Ercolano

Pubblicato

il

rubati 22 pc

Furto nell’istituto comprensivo ‘F. Giampaglia’ ad Ercolano. La scorsa notte sconosciuti si sono introdotti nella sede forzando una porta a vetro e, una volta all’interno, hanno portato via ventidue pc appena inventariati che sarebbero dovuti essere utilizzati dagli alunni.

Ad accorgersi dell’accaduto, questa mattina, il personale non docente e la dirigente scolastica all’orario di apertura della scuola. Sul posto sono giunti i Carabinieri della tenenza locale guidati da Mauro Marinucci e quelli del Nucleo Investigativo di Torre Annunziata per i rilievi. ”Un gravissimo danno per i bambini di Ercolano” commenta la dirigente scolastica Giovanna Tavani ”Erano ventidue pc pronti per essere dati in uso agli alunni se fosse continuata la didattica a distanza. In alternativa, sarebbero serviti a rimpinguare le lezioni nelle classi qualora si fosse deciso di ritornare a fare lezioni in presenza. Tutti i vecchi pc che avevamo a scuola, li abbiamo dati in comodato d’uso agli alunni per consentire loro di seguire le lezioni da casa. Mi auguro che chi ha compiuto questo grave gesto ai danni dei bambini della citta’, si penta e che come li ha portati via, li faccia recapitare a scuola in un pacco in forma anonima. I beni delle scuole come appunto i pc sono beni dei ragazzi del nostro territorio non di una entita’ astratta e, soprattutto in questo momento in cui la dad sta continuando, costituiscono un mezzo utile per raggiungere anche quei bambini che a causa del covid hanno piu’ difficolta’. Ringrazio i Carabinieri e in particolare il tenente di Ercolano, Mauro Marinucci, che questa mattina si e’ intrattenuto a lungo a scuola per comprendere quanto accaduto”.

Appresa la notizia del furto, anche il sindaco del Comune di Ercolano, Ciro Buonajuto ha rilasciato una dichiarazione: ”Un atto ignobile e inqualificabile che danneggia i bambini di Ercolano. La scorsa notte ignoti si sono introdotti nella sede dell’I.C. Ercolano 2 – Giampaglia portando via ben ventidue computer portatili. La scoperta e’ stata fatta dalla dirigente Giovanna Tavani e dai suoi collaboratori che hanno prontamente denunciato l’accaduto alla locale tenenza dei Carabinieri. I computer sarebbero serviti alle venti classi elementari e alle due di scuola media per garantire la didattica digitale integrata. Mi auguro che gli autori di questo vile atto vengano individuati al piu’ presto”.

Continua a leggere

Cronaca Giudiziaria

Napoli, 82enne morta disidratata: condannato anche il figlio 

Pubblicato

il

napoli

Da quella residenza per anziani del Napoletano dove avrebbe dovuto essere amorevolmente accudita ne usci’ al tal punto disidratata da morire, qualche giorno dopo in un ospedale a Napoli.

Un triste episodio sul quale per quattro anni ha indagato la Procura di Napoli e che oggi ha trovato l’epilogo con una condanna, esemplare, anche per il figlio dell’anziana donna, morta nel giugno del 2016. Insieme con il figlio-tutore dell’82enne, che affetta dal morbo di Alzheimer, sono stati condannati a 3 anni e 4 mesi di reclusione anche il legale rappresentante della Rsa, e l’unica operatrice sanitaria presente nella struttura.

La sentenza e’ stata emessa nei giorni scorsi dalla Corte di Assise di Napoli. A tutti il sostituto procuratore Mario Canale, in forza alla sezione “Lavoro e colpe Professionali” coordinata dal procuratore aggiunto Simona Di Monte, ha contestato l’abbandono di persona incapace seguito dalla morte.

Continua a leggere

Le Notizie più lette