PUBBLICITA'

GossipItaliaUltim'ora

Napoli al terzo posto delle città italiane per ‘tradimenti extraconiugali’ durante le Festività


PUBBLICITA'

Le festività natalizie dovrebbero rappresentare, in teoria, un momento di incontro e intimità familiare, ma anche un’occasione per trovare del tempo da condividere con il proprio partner, che durante l’anno, affaccendati dal tram tram della vita quotidiana, si è soliti trascurare.

Questo in teoria, perché Natale e Capodanno rappresentano invece le migliori occasioni, per stringere ulteriormente i rapporti con il proprio amante, magari conosciuto online.

È il sito Tradimenti Italiani a confermarlo, che fa parte di una delle community più popolate dagli italiani (oltre 75.691 iscritti) per gli incontri extraconiugali (gli accessi alla piattaforma quasi raddoppiano proprio durante tale periodo festivo).

Ma quali sono le città dove si tradisce di più? È proprio il fondatore della community, Luca Mancini, a rivelare la curiosità:

“Roma è la città dalla quale parte il numero maggiore di accessi al nostro portale proprio nel mese di dicembre, in particolare nei giorni immediatamente precedenti al Natale e a Capodanno. Ma non solo: possiamo confermare che addirittura raddoppiano i collegamenti alla community. Il motivo?

La chat è lo strumento ideale per tradire, ci si affretta a stringere ulteriormente i rapporti con l’amante, ci si scambia gli auguri e persino si organizzano incontri clandestini nel mese di gennaio, che resta l’occasione preferita per tradire”.

Le festività natalizie diventano, quindi, il pretesto ideale non solo per solidificare ulteriormente il rapporto con l’amante, ma è il periodo migliore per conoscere altre persone. Il detto “a Natale si è tutti più buoni” si traduce nella predisposizione ad intrecciare nuove relazioni con il prossimo, indipendentemente da che tipo di natura esse siano.

Ma non solo Roma, sempre secondo il sito di incontri extraconiugali Tradimenti Italiani: l’adulterio online vede un picco in altre insospettabili città, oltre che nelle solite metropoli quali Milano, Napoli, e Torino.

Veneto, Emilia-Romagna, Puglia e Sicilia sono, infatti, le regioni dove l’adulterio diventa una fortissima tentazione. Luca Mancini spiega:

“Venezia, Ravenna, Lecce e Ragusa sono le città (ma non sono le uniche) dalle quali abbiamo registrato un maggiore interesse verso il nostro portale ed è un dato molto interessante, perché in genere si è sempre creduto che il tradimento virtuale fosse soprattutto appannaggio delle città a più alta densità di popolazione.

Sfatiamo, dunque, questo mito.

La tentazione viene sempre accolta soggettivamente senza che ci si lasci condizionare dal luogo e dall’evento. Neppure feste quali il Natale e il Capodanno si sottraggono, quindi, al gioco della seduzione, anzi paradossalmente diventano una circostanza allettante per dimostrare interesse verso altre persone.

Ma qual è il motivo?

Proprio quando è più stringente l’impegno familiare si tende a desiderare “l’evasione” soprattutto in giorni emotivamente più carichi di attese e di novità”.

Il Natale e il Capodanno sono festività da vivere in famiglia, certo, ma restano sempre una buona occasione per dimostrare attenzioni anche verso qualcuno/a che non sia il proprio partner.

Le chat online restano un potente mezzo da utilizzare, soprattutto quando si tratta di fugaci saluti, che spesso ci si scambia proprio attivando la webcam dall’ufficio in orario post-lavorativo:

“I giorni, che precedono immediatamente il Natale, ma soprattutto qualche minuto prima dello scoccare della mezzanotte nel giorno di Capodanno, sono i preferiti dalla nostra community.

Gli accessi alla nostra chat per sposati aumentano vertiginosamente, possiamo tranquillamente immaginare l’uso che se ne fa, seppur molto rapido, grazie alla possibilità di vedersi online tramite la webcam. L’orario più caldo? Dalle 18 alle 19:30, mentre il 31 di dicembre intorno alle 23”.

Insomma le festività non sono solo dedicate alla famiglia: si dice “Natale viene una volta all’anno; chi non ne approfitta, tutto va a suo danno” e mai detto fu più vero!



PUBBLICITA'