foto di repertorio

Si stava preparando da mangiare con il suo fornellino a gas in cella ma la fiamma ha raggiunto i pantaloni che hanno preso fuoco. E’ avvenuto ieri nel carcere di Poggioreale e a salvare il detenuto, un 70enne italiano, è stato un agente della Polizia Penitenziaria, intervenuto appena si è accorto dell’incendio. Lo rende noto l’ Osapp. Per il segretario provinciale del sindacato di Polizia Penitenziaria, Luigi Castaldo, ieri nella casa circondariale “Salvia” si è evitata una tragedia, sebbene l’anziano abbia riportato gravi bruciature agli arti inferiori. Il segretario Provinciale Osapp Napoli Castaldo Luigi elogia l’operato in ombra dei tanti uomini in uniforme che operano nel G.Salvia che non distolgono l’attenzione dai tanti eventi critici che avvengono all’interno del penitenziario più grande ed affollato d’Europa, “lavorando con spirito di sacrificio e rispetto assoluto per la vita altrui e coordinati scrupolosamente dal commissario capo dott. Diglio Gaetano e dai suoi subalterni. Grazie alla celerità ed al coraggio del poliziotto penitenziario di turno si è riusciti a salvare dalle fiamme un detenuto che accidentalmente gli son andati in fiamme i pantaloni e che per ciò ha riportato gravi bruciature agli arti inferiori, ma evitando una fine peggiore.
L’Osapp come organizzazione sindacale autonoma della Polizia Penitenziaria da sempre vicina al personale mette in evidenza che la sicurezza all’interno degli istituti penitenziari italiani non sempre è supportata da tecnologie aggiornate ed all’avanguardia, pertanto è indispensabile la presenza appropriata di personale preparato in campo a tale episodi, ovviamente proporzionato al numero di ristretti in essi”.

Nessun tag trovato per questo articolo.

Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..