Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Napoli e Provincia

Somma Vesuviana, un albero di melograno in memoria di Mario Cerciello Rega

Pubblicato

in



”Mario era la fiamma ardente della nostra storia”. E’ quanto hanno scritto la moglie e i familiari di , il carabiniere ucciso lo scorso luglio a Roma, in un messaggio letto nel corso della cerimonia di piantumazione di un albero di melograno a Somma Vesuviana, città natia del vicebrigadiere. Il messaggio è stato affidato alla presentatrice della manifestazione dai familiari del vicebrigadiere, che lo ha letto nel corso della cerimonia. ”Ringraziamo ed esprimiamo tutta la nostra gratitudine ai promotori di questa nobile iniziativa – hanno scritto nel messaggio – e le autorità intervenute in occasione di questo importante evento in memoria dell’amatissimo Mario, fiamma ardente della nostra storia, affinchè non vengano mai dimenticati i caduti nell’adempimento del dovere ed i loro familiari colpiti da un indicibile dolore”. Anche il sindaco ha ricordato, ancora una volta, il sacrificio del vicebrigadiere. ”In passato si credeva che il melograno potesse salvare l’umanità dalla distruzione – ha detto – proprio come Mario, forte e coraggioso ma dall’animo buono e sincero. Non avrà salvato il mondo, ma ci ha lasciato tanto”. 

”Ora che è stato formalmente acquisito che non era vero che i due ragazzi che hanno ucciso Mario non sapevano chi avevano di fronte, cancella tutto quello che di tutta questa storia e’ stato detto anche in maniera non positiva”. Lo ha detto il generale del corpo d’armata, Vittorio Tomasone, a margine della manifestazione svoltasi a Somma Vesuviana. Il comandante, rispondendo ai giornalisti, ha sottolineato che manifestazioni come quelle di oggi ”non lasciano spazio a riflessioni critiche”. ”Credo – ha aggiunto – che a volte ci si soffermi in maniera eccessiva su quelle che possono essere difficolta’, criticità o anche errori che possono essere commessi, e si perde di vista invece la parte più importante di un’azione”. “Solo chi non vive una realtà così frenetica come quella di Roma o di una grande metropoli – ha sottolineato – non sa qual è lo stress, qual è l’urgenza che a volte un’attività richiede, e l’ardimento, il valore, la professionalità, lo spirito di sacrificio, portano ad un intervento immediato proprio per cercare di risolvere immediatamente una situazione.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Coronavairus, altro contagiato alla Fca di Pomigliano: scatta la sanificazione

Pubblicato

in

Coronavairus, altro contagiato alla Fca di Pomigliano: scatta la sanificazione.

 

“L’azienda ci ha appena comunicato che uno dei 5 (impiegati) che hanno avuto stretto contatto con l’impiegato della Qualità, risultato positivo lunedì scorso, è risultato anch’esso positivo al coronavirus”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Coronavirus, un altro operaio contagiato alla Fca di Pomigliano

Lo scrivono in un comunicato i responsabili aziendali sindaci di Fim, Fiom. Uilm, Fismic, Uglm e Aqcfr. Nello stesso i sindacalisti spiegano: “Le sue condizioni sono buone e non presenta sintomi, pertanto, sempre sulla base dell’attuale procedura interna, sono stati individuati altri 5 contatti stretti, che a partire da oggi resteranno in quarantena. Verrà effettuata la sanificazione. delle aree di lavoro e delle altre aree comuni del lavoratore interessato, così come previsto dal protocollo”.

 

Continua a leggere



Napoli e Provincia

Aggressione a Pompei: tre minori identificati e denunciati dalla polizia

Pubblicato

in

Aggressione a Pompei: tre minori identificati e denunciati dalla polizia.

 

Gli agenti del Commissariato di Pompei, nel corso dell’attività investigativa avviata a seguito di un’aggressione commessa la sera del 5 settembre scorso in via San Giuseppe a Pompei, hanno denunciato tre minori per lesioni personali.

Gli stessi sono indiziati di aver aggredito due giovani dopo una discussione avvenuta in via Sacra per futili motivi. I poliziotti sono giunti alla loro identificazione grazie all’analisi delle immagini di alcuni sistemi di videosorveglianza cittadina e alle descrizioni fornite dalle vittime.

Continua a leggere



Le Notizie più lette