“Il sito di San Giovanni e’ un sito di trasferenza, i rifiuti dovrebbero esser depositati per poco e poi esser trasportati negli impianti”. Lo ha dichiarato Marco Gaudini, presidente della commissione Ambiente del Comune di Napoli durante la trasmissione “Barba e capelli” di Radio Crc. “Nonostante il tremovalorizzatore di Acerra sia in pieno ritmo – ha proseguito Gaudini – i due impianti hanno rallentato le evacuazioni, creando un sovraccarico di indifferenziata. Si stanno mettendo in campo delle attivita’ per velocizzare l’evacuazione, anche dell’ICM. Non prima di 15 giorni si riuscira’ a ripristinare la situazione; e’ chiaro che, se domattina viene incendiato un altro impianto, la situazione rallenta ancor di piu’. La raccolta differenziata si fa, il porta a porta copre circa 3000.000 unita’ ed e’ in piano di espansione. Alcune parti della nostra citta’ la raccolta veniva fatta in maniera errata, gettando nei cassonetti dell’umido la qualunque, e per questo motivo si sono tolti i cassonetti di quest’ultimo dalla strada. Tutti devono essere in campo per risolvere questa situazione, limitando al minimo i disagi dei cittadini”. “C’e’ una manina criminale che cerca di entrare nel ciclo dei rifiuti – ha concluso Gaudini – Su questo ho chiesto anche al ministro dell’Ambiente di mettere in campo tutti gli uomini dello Stato, affinche’ si risolva la questione ed evitando che ci metta lo zampino la criminalita’ organizzata”.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati