Molto rumore a Scafati intorno la riscossione coatta dei tributi che l’Amministrazione Salvati intende affidare all’Agenzia delle Entrate (Ex Equitalia). In totale disaccordo una parte dell’opposizione che non si spiega i motivi di questa decisione tempestiva come non spiega l’urgenza con cui viene trattata la questione affinché la stessa venga approvata. Il Partito democratico, contrario all’ipotesi, si chiede come mai l’amministrazione Salvati non abbia individuato una soluzione diversa come, per esempio, un bando di gara o la gestione in house. In più, “per evitare in quanto contrari, di essere tacciati come disfattisti e di sinistra”, il Consigliere d’opposizione pubblica sulla sua pagina Facebook un estratto che mette in luce quanto e come il sindaco Salvati e il presidente del Consiglio Santocchio siano in netta contraddizione con il parere del loro segretario nazionale Giorgia Meloni la quale, intervistata da Massimo Giletti durante “Non è l’Arena” su LA7, dichiara: “L’Agenzia delle Entrate da noi non fa caccia all’evasione, fa caccia al gettito.” E intanto che si riesca a dimostrare o meno la certezza dell’evasione, il contribuente è costretto a pagare comunque. E’ evidente ci sia un po’ di confusione tra la linea nazionale dettata dal segretario di Fratelli d’Italia e quella locale che fa capo all’avvocato Mario Santocchio e al sindaco Cristoforo Salvati che proseguono in direzione ostinata e contraria.

Contenuti Sponsorizzati