In questo film siamo stati molto vicini a Roberto Lipari per rompergli le gambe fin da subito, cosi’ da eliminare la concorrenza“. Con la comicità tutta ‘made in Sicilia’ di Ficarra e Picone, si è aperta la conferenza stampa di presentazione del film Tuttapposto, moderata dal duo comico al cinema Adriano di Roma. Diretta da Gianni Costantino e prodotta da Attilio De Razza, la pellicola è il ritratto di un paese che fa della raccomandazione il suo punto di forza e della meritocrazia un concetto sopravvalutato.
Il protagonista della storia è Roberto Lipari – che ha dato il suo nome e cognome al personaggio che interpreta – studente universitario in un ateneo in cui i docenti vendono esami, assumono solo amici e parenti e sono inclini alla raccomandazione. “Ovviamente questo è un racconto di pura fantasia, qui in Italia non accadono queste cose, ma solo all’estero“, hanno sottolineato con ironia Ficarra e Picone. Nella pellicola ad avere la ‘spintarella’ più grande è proprio Roberto, figlio del magnifico rettore (interpretato da Luca Zingaretti). Un giorno però, Lipari, contro il parere della sua famiglia, stufo di essere asservito al potere del baronato, decide con i suoi amici di combattere questo sistema. Realizza così un’app per smartphone (realmente scaricabile nei digital store) chiamata Tuttapposto, che valuta l’operato dei professori. La riuscita è tale che presto i ruoli si invertono: gli studenti acquisiscono un potere inaspettato e i professori sono costretti a comportarsi onestamente pur di ottenere un buon voto. “Ormai siamo abituati e rassegnati al concetto del baronato all’università e non si protesta mai, ‘tanto non cambia mai niente’“, ha raccontato Lipari in conferenza. “Proprio per questo– ha detto- ho deciso di lavorare a questo progetto scritto prendendo spunto dalla cronaca e dall’esperienza“. Dal 3 ottobre al cinema con Medusa Film, Tuttapposto è una commedia leggera ma non superficiale, intelligente, molto divertente e per Zingaretti “istruttiva e mai volgare“. Un risultato ottenuto grazie al giovanissimo Roberto che, per questo film, ha sfoderato il suo talento nella scrittura regalando ai giornalisti presenti all’anteprima la sua migliore comicità siciliana.
Nel cast, oltre a Lipari e Zingaretti, anche Monica Guerritore (ministra dell’Istruzione Beccaria), Viktoriya Pisotska (Irina), Carlo Calderone (Elio), Simona Di Bella (Sonia), Francesco Russo (Pietro), Maurizio Marchetti (Domenico Lipari), Ninni Bruschetta (Giovanni Mancuso), Maurizio Bologna (Salvatore Mancuso), Paolo Sassanelli (Professore Castellino), Angela Di Mauro (Agata Mancuso), Gino Astorino (Matteo Lo Cicero), Barbara Gallo (Santina Riccobono), Silvana Fallisi (Luisella Lipari) e Sergio Friscia (Nuccio).

Contenuti Sponsorizzati