“Oltre al carcere di San Gimignano, altre due Procure stanno indagando sul reato di tortura per violenze ai danni di detenuti”. Lo ha detto il garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private delle libertà personali, Marco Palma, nel corso di una conferenza stampa. “Abbiamo segnalato – ha precisato – casi aperti alle Procure di Torino, Ivrea, Viterbo, Salerno, Napoli, Piacenza, Udine e Brescia per un episodio avvenuto nel carcere di Monza, in due casi le Procure stanno indagando per il reato di tortura, poi vedremo se verra’ contestato come avvenuto per i 15 agenti del carcere di San Gimignano”. Sul tema carcere c’è un problema di “inessenzialità nel dibattito politico”. Lo sottolinea il garante nazionale dei detenuti evidenziando anche la “sofferenza materiale dovuta al sovraffollamento” e dicendosi perplesso dal fatto che “nel dibattito politico in occasione dell’avvio del nuovo governo questo tema, in passato oggetto di scontro, non è comparso”. “Ragionare sul carcere significa ragionare sulla società”, prosegue.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati