Caserta, stamattina è iniziato lo sgombero del palazzo di Via Acquaviva: mandati via gli immigrati clandestini

CASERTA. Stamattina le forze dell’ordine hanno agito nella zona di via Acquaviva a pochi passi dalla chiesa casertana di Sant’Anna. Pattuglie di militari dell’Arma dei carabinieri hanno liberato un palazzo abbandonato e fatiscente nella zona di via Acquaviva occupato da clandestini nonostante la vasta presenza di amianto e rifiuti pericolosi all’interno del palazzo stesso.
Il primo cittadino Carlo Marino aveva ordinato lo sgombero pochi giorni fa, l’ordine come hanno evidenziato stamattina le testate giornalistiche locali, aveva creato negli ultimi giorni momenti di panico e tensione nella zona residenziale della città di Caserta. L’intervento delle forze dell’ordine ha evitato conseguenze dannose, ma soprattutto sono stati evitati scontri tra immigrati e i cittadini nonostante le segnalazione da parte degli stessi abitanti della zona dei rifiuti e dei materiali pericolosi che giacevano da parecchio tempo all’interno dell’edificio abbandonato. Nelle prossime ore vi aggiorneremo sulla vicenda cittadina di stamattina a Caserta.

Renato Pagano
Contenuti Sponsorizzati