“I ‘furbetti del cartellino’ sono truffatori dello Stato. È già stata approvata la Legge Concretezza che obbliga ad inserire nell’accesso agli uffici pubblici un sistema di controllo diverso da quello attuale dei tornelli: nei prossimi mesi arriverà il sistema con impronte digitali che preclude a monte la possibilità di organizzare queste truffe. Sono fatti cronici, che durano da anni, di una gravità estrema. La legge prevede il controllo biometrico per non avere più ‘furbetti'”. Lo ha detto il ministro per la Pubblica Amministrazione, Giulia Bongiorno, a margine di una conferenza stampa a Palazzo Chigi, commentando i casi di ‘furbetti del cartellino’ scoperti all’ospedale Cardarelli di Napoli e a quello di Monopoli.

Contenuti Sponsorizzati