San Giorgio a Cremano. Potrebbe essere il primo caso di revenge porn al maschile in Italia subito dopo l’entrata in vigore della legge. La polizia postale di infatti sta indagando sulla denuncia presentata dal giovane di San Giorgio che ieri aveva annunciato il suo suicidio su facebook ed era stato salvato in tempo dall’arrivo degli agenti del locale commissariato di polizia. “Addio san giorgesi questa sera mi ammazzo” aveva scritto. Il ragazzo, orfano di entrambi i genitori, negli ultimi tempi soffre di solitudine, aveva stretto recentemente una amicizia virtuale con una ragazza, tale S.G., i due si sono conosciuti su Facebook, hanno poi chattato liberamente su messanger. Dalla chat si è passati alla web cam e la donna si sarebbe mostrata in webcam senza veli per poi pretendere subito dopo la consistente somma di 1500 euro per essersi mostrata nuda. Al rifiuto del ragazzo si sarebbe passati a minacciarlo di mettere in rete non meglio precisati contenuti che avrebbero così macchiato la reputazione del giovane. Nella serata di ieri il ragazzo avrebbe avuto minacce di ritorsione da terze persone che si sarebbero appostati sotto la sua abitazione minacciando conseguenze gravi se non avesse pagato la somma da loro pretesa. Da qui la disperazione del ragazzo che in un attimo di smarrimento si è visto perso. Sul fatto è stata presentata denuncia presso la polizia di stato che sta portando avanti le indagini con il supporto della polizia postale.

Giorgio Kontovas