Gli promette un incontro con una ragazza e lo massacra di botte per rapinarlo, arrestato

Santa Maria Capua Vetere. Gli promise un incontro con una ragazza, ma lo portò in una masseria e lo rapinò: arrestato il malvivente che il 9 novembre scorso massacrò di botte un anziano. Il gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Walter Nocera, 43 anni, per rapina aggravata e lesioni. Il 19 novembre dello scorso anno i militari erano intervenuti in via Silestrelli dove era stato segnalato un anziano con gravi ferite al volto e lesioni. La vittima, un anziano del posto, raccontò che mentre si trovava a Capua nei pressi della fermata del bus, era stato avvicinato da un giovane, di circa 30 anni, che l’aveva invitato a seguirlo a Santa Maria Capua Vetere, dove gli avrebbe fatto incontrare una ragazza in una masseria. L’uomo condusse la vittima prima in un bar nei pressi della stazione poi avrebbero preso il treno per raggiungere Santa Maria Capua Vetere. Giunti alla stazione ferroviaria percorsero una parte del centro abitato fino a giungere in un casolare di campagna, lì l’uomo invitò l’anziano ad entrare per incontrare la ragazza, ma appena dopo essere entrato nel casolare fu aggredito con un bastone di legno, picchiato ripetutamente e rapinato del portafogli nel quale c’erano 200 euro. L’esame delle immagini raccolte dai diversi circuiti di videosorveglianza, l’esito dell’analisi del traffico telefonico dell’utenza in uso alla vittima, la denuncia sporta unitamente ai verbali di individuazione personale effettuati ed i referti medici attestanti le lesioni subite, hanno consentito di identificare Walter Nocera e di arrestarlo per rapina e lesioni aggravate. L’uomo è finito in carcere.

Redazione
Contenuti Sponsorizzati