Napoli. Ancora problemi sulla gestione dell’azienda di trasporti provinciale, la Ctp. “Attendiamo ancora il parere dell’avvocatura esterna in tema di indicizzazione- dichiara  Monaco della segreteria regionale Faisa Confail Campania- una risposta che permetterebbe di risanare i conti negativi di Ctp e dare serenità ai circa 750 lavoratori diretti e indiretti.
Ma come se non bastasse un’altra tegola è caduta sulla testa della società.
Ci riferiamo alla questione Na-Met, che oltre ad aver messo 24 dipendenti per strada, rischia di tirarsi indietro Ctp portandola al fallimento.
Stiamo pagando gli errori di una pessima gestione – continua Monaco- errori dovuti ai troppi compromessi tra le stanze dirigenziali e quelle della politica. La situazione è drammatica, nonostante in più riprese abbiamo consigliato un rimpasto organizzativo, ma sembra che per adesso abbia pagato dazio solo un primo dirigente, rimosso dalle responsabilità. Non contestiamo le motivazioni, ma il modo, l’indelicatezza con cui è stata presa questa decisione. Sicuramente saremo vicini e rappresentativi nei riguardi dei lavoratori, gli unici costretti a dover subire questo scempio e con certezza dichiareremo alle istituzioni il continuo regnare della casta, una casta atta ai soli benefici personali e incuranti del dramma sociale in caso di fallimento.
I maggiori responsabili sono i dirigenti – conclude Monaco- i quali invece di fare gli interessi dell’azienda per cui sono profumatamente pagati, pensano ai soli benefici politici,quella politica che da anni ormai è orientata al fallimento delle aziende del trasporto pubblico locale. Urge la figura di un Direttore Generale, possibilmente esterno e che abbia competenze e capacità per affiancare il neo Presidente nella rinascita della Ctp”.

Giovane operaio morì in uno stabilimento de La Doria: in 5 rinviati a giudizio

Notizia Precedente

Giugliano, non accettava la separazione, stalker 38enne finisce ai domiciliari

Prossima Notizia

Ti potrebbe interessare..