Calciatori picchiati dai tifosi davanti agli spogliatoi a Fratta: il Mondragone si rifiuta di giocare nella ripresa

Calciatori picchiati dai tifosi davanti gli spogliatoi. Il Mondragone si è rifiutato di giocare nella ripresa. Ancora un episodio di cronaca sui campi di calcio. A denunciare l’ultima aggressione è stato il Mondragone che oggi era di scena a Fratta per la partita del campionato di Eccellenza contro la formazione locale.
“La nostra squadra -si legge nel post sulla pagina Facebook – è stata vittima di una brutale e vile aggressione nello spazio antistante gli spogliatoi da oltre 50 persone non identificate. I calciatori che hanno subito maggiori danni sono stati Luigi Cioce, 20 anni, e Simone Mazzone, 18 anni. Il Mondragone dopo la violenta aggressione subita ha deciso di rifiutarsi di scendere in campo nella ripresa”.

 Gustavo Gentile

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati