Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Napoli e Provincia

Incendio a Pascarola, Borrelli: ‘Rischio disastro ambientale’

Pubblicato

in



“Un rogo gravissimo di materiale di imballaggio carta e plastica e’ in corso nella zona industriale di a . Ho allertato l’assessore regionale all’ambiente Fulvio Bonavitacola e l’Arpac, che si e’ gia’ recata sul posto. Il rischio e’ di un nuovo disastro ambientale e’ altissima e anche la possibilita’ che si tratti di un incendio di natura dolosa. Per questo chiediamo subito alla magistratura di intervenire per capire cosa puo’ aver generato un simili rogo che ha generato una colonna di fumo altissimo e nero che rende l’aria irrespirabile a distanza di chilometri. Si tratta di una nuova tragedia ambientale che segue a poca distanza quella di San Vitaliano e che pone domande inquietanti sui sistemi di sicurezza di questi impianti che lavorano i rifiuti” Sul posto 4 autobotti dei vigili del fuoco, i carabinieri e il personale dell’Arpac. Il personale dello stabilimento sta con bobcat e camion spostando materiale e auto per evitare che le fiamme prendano piu’ forza”. E’ quanto afferma il capogruppo regionale di Campania Libera, Psi,Davvero Verdi, Francesco Emilio Borrelli.
“In queste ore il grido di dolore della nostra terra si alza fortissimo e non si puo’ restare fermi a guardare. Il rischio che si ritorni agli anni bui in cui la mano della criminalita’ organizzata appiccava un rogo al giorno e’ dietro l’angolo. L’incendio alla fabbrica che ricicla carta e plastica alle porte di NAPOLI e’ un segnale molto inquietante. Va tutelata la salute delle persone, costrette a barricarsi in casa per sfuggire alla nube tossica e va fatta subito luce sulla vicenda. La magistratura non perda tempo perche’ e’ fondamentale agire con rapidita’ contro un fenomeno che sta affiorando nuovamente e sempre con maggiore frequenza. Il messaggio che arriva e’ davvero preoccupante, occorre una risposta immediata”. E’ quanto si legge in una nota del responsabile delle Politiche per il Sud di Forza Italia Severino Nappi.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Giudiziaria

Preso a Giugliano elemento di spicco del clan Mallardo

Pubblicato

in

Preso a Giugliano elemento di spicco del clan Mallardo. I Carabinieri arrestano 58enne, deve scontare 8 anni di reclusione per delle estorsioni.

I carabinieri del nucleo operativo di Giugliano in Campania – in forza di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Napoli – hanno arrestato Giuliano Amicone, 58enne di Giugliano, elemento di spicco del clan camorristico denominato “Mallardo”, operante in Giugliano in Campania e comuni limitrofi.

L’uomo, già sottoposto alla Sorveglianza Speciale di P.S. deve scontare una pena di 8 anni di reclusione per delle estorsioni aggravate dal metodo e dalle finalità mafiose, commesse ai danni di imprenditori edili della zona.

Continua a leggere

Le Notizie più lette