Agenti aggrediti a sprangate nel carcere di Castrovillari

Due assistenti della polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Castrovillari in provincia di Cosenza sono stati aggrediti a colpi di spranga da un detenuto straniero. Lo rende noto il sindacato Sappe in una nota a firma del segretario generale aggiunto, Giovanni Battista Durante, e del segretario nazionale, Damiano Bellucci .”Ovviamente – affermano Durante e Bellucci – saranno i magistrati ad accertare i fatti ed a definire l’ipotesi di reato, ma di certo si e’ trattato di un episodio di inaudita violenza. Ai due assistenti sono stati praticati, rispettivamente, 10 e 15 punti di sutura alla testa. Gli agenti sarebbero stati salvati, da quanto ci è stato detto, da un detenuto lavorante, intervenuto per fermare l’aggressore. Anche il detenuto ha riportato ferite al volto, con frattura del setto nasale. Riteniamo che a questo punto, vista la gravita dei fatti, sia necessario procedere all’immediato trasferimento dell’aggressore, per ragioni di opportunità, in altra struttura”.

La Redazione
Contenuti Sponsorizzati