Sulle vaccinazioni la ha raggiunto negli ultimi mesi i target di adempimento ministeriale, superando il 95% di copertura vaccinale per la esavalente, e oltre il 92% per la copertura vaccinale del tetravalente e morbillo, recuperando un gap storico della . Raggiunto l’obiettivo dell'”effetto gregge”. Così una nota di Palazzo Santa Lucia. La Regione ha aderito “immediatamente e con convinzione” alla nuova legge sugli obblighi vaccinali n.119 del 31 luglio 2017 istituendo sin dai primi giorni l’anagrafe unica vaccinale che raccoglie i dati di informatizzati di tutti i nuovi nati dal 2001 al 2017 (ubicata presso Soresa spa). Ad agosto 2017 Regione ed Ufficio scolastico regionale hanno, inoltre, sottoscritto un’intesa per lo scambio dei dati. A novembre la Direzione generale della Tutela della salute ha offerto a tutte le scuole campane per il tramite dei servizi di Epidemiologia e Prevenzione regionale i dati dell’anagrafica vaccinale per semplificare il compito a tutti i dirigenti scolastici regionali. Lo scambio dei dati, nel rispetto della tutela dei dati sensibili, è avvenuto attraverso l’attivazione di indirizzi Pec aziendali dedicati.
A completamento dello scambio di informazioni tra le scuole (1977 su circa 2800) e le Asl, la Direzione generale della tutela della salute, per il tramite di Soresa ha effettuato una verifica delle coperture e inviato i dati a tutte le scuole che ne avevano fatto richiesta. In modo particolare i genitori degli alunni adempienti sono stati informati che per l’anno 2017/18 non occorrevano nuove certificazioni. Gli altri, invece, sono stati invitati a recarsi presso i centri vaccinali per ritirare l’eventuale certificazione cartacea o effettuare la prenotazione dei mancanti. Il cronoprogramma adottato dalla Regione ha dato così la possibilità (circa 60 giorni) a tutte le famiglie di soggetti risultati inadempienti di verificare la propria posizione vaccinale entro e non oltre la data del 10 marzo 2018 prevista dalla legge nazionale. Per l’annualità scolastica 20018/19 la Regione ha informato il ministero della Salute e l’Ufficio scolastico regionale che continuerà ad avvalersi dell’anagrafe vaccinale regionale semplificando l’iter burocratico scolastico come previsto dalla legge.



Cronache Tv



Ultimi Video dai TG

Ti potrebbe interessare..