la uccide e poi chiama il portinaio: ‘ho una ragazza morta in casa’

Uccisa a coltellate dall’uomo che aveva appena respinto. Ci sarebbe un rifiuto dietro l’omicidio di Jessica Valentina Faoro, la 19enne morta questa mattina in un appartamento di via Brioschi, a Milano. Secondo una prima ricostruzione della polizia, la ragazza e’ stata aggredita dal 39enne Alessandro Garlaschi, che la stava ospitando nel suo appartamento, dopo un tentativo di approccio. L’uomo avrebbe atteso l’uscita della moglie da casa per approcciare la giovane. Il 39enne, in stato di choc, e’ ancora nell’appartamento insieme con la polizia. Secondo quanto riferito questa mattina intorno alle 10.30 il 39enne, principale sospettato dell’omicidio della 20enne trovata morta stamattina a Milano, sarebbe sceso nel cortile coi vestiti sporchi di sangue. “Ho una ragazza morta in casa” avrebbe detto al portinaio. Stando a quanto appreso e’ stato poi lui stesso a chiamare i soccorsi. Alcuni colleghi, che abitano nello stesso stabile, riferiscono che l’uomo, guidatore di tram, avrebbe avuto negli ultimi tempi diversi incidenti di piccola entita’ e i responsabili avrebbero cercato di sollevarlo dall’incarico.


Di La Redazione


Ti potrebbe interessare..