Identificati tutti e quattro di essi già denunciati a piede libero per lesioni gravissime. Sono quelli del branco della stazione della Metro di Chiaiano. Quelli che hanno assalito con una violenza bruta il 15enne di Melito e gli hanno spappolato la milza a suon di calci. Sono ragazzi dei quartieri di e . Alcuni del gruppo sarebbero figli di pregiudicati della zona. Il cerchio si e’ stretto grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza, della stazione della metropolitana di Chiaiano, quartiere Nord di , dove e’ avvenuta l’aggressione, e di alcuni esercizi commerciali sulla piazza. E così che sono stati identificati. Nessun aiuto da testimoni che sicuramente erano sul posto e hanno visto qualcosa, perché a quell’ora, erano le 18,20, la zona é molto trafficata. A Chiaiano, infatti, stazionano tutti gli autobus che arrivano dai comuni dell’hinterland e portano decine e decine di giovanissimi che poi prendono la metropolitana ‘collinare’ e arrivano al centro della città.

Uno,  dei ragazzi identificati, come riporta Il Roma, è stato identificato e denunciato grazie al coraggio della madre che lo ha condotto al commissariato: “E’ lui, non il fratello che avete portato qua e che non c’entra nulla”. Ha ammesso la donna. “Ho visto i mei amici in difficoltà e l’ho picchiato”, avrebbe risposto uno dei ragazzini fermati agli investigatori facendo capire che era in corso un violento litigio. Invece i due piccoli rimasti illesi, cugini del ferito, hanno riferito di un’aggressione senza alcun motivo. Calci e pugni contro la vittima, in ospedale con la milza spappolata e operato. I due identificati e fermati, prelevati a casa nella mattinata e condotti al commissariato Chiaiano, hanno trascorso tre quarti di giornata sotto interrogatorio del pm Emilia Galante Sorrentino: un 14enne (condotto dalla madre) e un 15enne. Avrebbero risposto alle domande e uno dei due avrebbe parlato di una rissa, sostenendo di essere intervenuto per difendere agli amici. Anche gli altri componenti del gruppo di amici napoletani, per la maggior parte minorenni, sarebbero stati identificati e pure per loro potrebbe scattare, probabilmente in giornata, la denuncia a piede libero. Il caso dunque potrebbe considerarsi risolto nel giro di 48 ore grazie alla bravura dei poliziotti di Chiaiano (dirigente Sergio Di Mauro) e Scampia (dirigente Bruno Mandato), che già nella serata di venerdì avevano le idee molto chiare sull’accaduto, e alla solerzia del magistrato. Intanto migliorano le condizione di Gaetano, il 15enne di Melito ricoverato nell’ospedale san Giuliano di Giugliano.

 



Cronache Tv



Altro Cronaca

Ti potrebbe interessare..