Biden annuncia il ritiro dalle presidenziali Usa e lancia Kamala Harris

"È stato il più grande onore della mia vita...

Napoli chiazza marrone in mare a San Giovanni a Teduccio

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli, enorme chiazza marrone nel mare di San Giovanni a Teduccio. Cittadini allarmati inviano foto al deputato Borrelli: “Chieste verifiche immediate su impianti di sollevamento, mare risorsa da tutelare”

PUBBLICITA

Le immagini di una grande chiazza marrone che si estende per centinaia di metri nelle acque di San Giovanni a Teduccio, vicino agli impianti di sollevamento acque dell’Abc, sono state inviate dai residenti preoccupati al deputato di Alleanza Verdi Sinistra, Francesco Emilio Borrelli.

“Abbiamo inoltrato le foto anche alla Capitaneria di Porto, che però non dispone di motovedette per raccogliere campioni da analizzare. Non è giusto che una popolazione già gravemente penalizzata dal degrado urbano debba subire anche questo. Attendiamo ancora la riqualificazione del nostro litorale”, hanno dichiarato i cittadini.

“Ho richiesto all’Arpac verifiche immediate sull’origine e la natura delle chiazze marroni comparse nel mare di San Giovanni a Teduccio e sul corretto funzionamento degli impianti di sollevamento dell’Abc di via Boccaperti – ha affermato Borrelli – oltre al monitoraggio del fenomeno segnalato dai cittadini per assicurarci che non si trasformi in un disastro di maggiori proporzioni.

Questo episodio sottolinea l’urgenza di procedere rapidamente alla riqualificazione del litorale della zona orientale della città, che, ad oggi, rimane in condizioni disastrose nonostante le numerose promesse e proposte avanzate dalle amministrazioni comunali negli ultimi anni. Da tempo ci battiamo per tutelare e valorizzare il mare come risorsa. Abbiamo ottenuto importanti successi come la balneabilità del lungomare partenopeo e la costituzione dell’area marina protetta della Gaiola.

Adesso è il momento di restituire ai cittadini di San Giovanni a Teduccio e dell’intera area orientale della città questa preziosa risorsa, mortificata negli anni da scelte urbanistiche inopportune e dal disinteresse generale verso un litorale che merita un futuro molto diverso”.


facebook

LEGGI ANCHE

googlenews

ULTIME NOTIZIE

PUBBLICITA