Arriva Napuland: il videogame napoletano contro la camorra

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napuland è un nuovo videogame in fase di sviluppo che si propone di sensibilizzare le persone al rispetto per la città di Napoli e di denunciare la camorra. Il gioco, ambientato nella città partenopea, sarà pronto per ottobre 2024.

Il protagonista del gioco è Napuel, un supereroe generato dal Vesuvio grazie alle preghiere dei cittadini esasperati dalla camorra. Napuel gira per le strade di Napuland, dove incontra venditori ambulanti, scooter che sfrecciano e i personaggi illustri che hanno fatto la storia di Napoli, come Maradona e Totò.

Il gioco non è solo un semplice passatempo, ma ha anche un obiettivo educativo. Attraverso le missioni, i giocatori saranno chiamati a:

    Eliminare i rifiuti dagli scogli
    Promuovere l’inclusione e la diversità
    Combattere gli atteggiamenti negativi
    Denunciare il marcio che c’è a Napoli

    Il video gioco sarà pronto per ottobre del 2024

    Napuland è ancora in fase di sviluppo, ma molti personaggi stanno aiutando il creatore, Giuseppe Tattoli, nella sua realizzazione. La colonna sonora è curata dai Sud Globalix, mentre l’assistente allo sviluppo è Michele Commisso e il web master è Cristian De Nisi.

    La trama del gioco è semplice e intuitiva. La città di Napuland, ricca di storia, arte e cultura, è abitata da un popolo che ama la vita. Ma la loro tranquillità viene sconvolta da entità malefiche chiamate Lutam, che trasformano gli abitanti in esseri arroganti e violenti. I Lutam si nutrono del dolore dei napulandesi e rapiscono Pulcinella, rinchiudendolo in una cella segreta del Castel dell’Ovo.

    A questo punto entra in scena Napuel, il supereroe nato dalle preghiere dei cittadini. Il suo compito è quello di sconfiggere i Lutam e liberare Pulcinella. Napuel indossa una tuta attillata, una maschera dorata di Pulcinella e come arma ha un asso di bastoni.

    Napuland è un progetto ambizioso che ha il potenziale di fare la differenza. Il gioco non solo intratterrà i giocatori, ma li sensibilizzerà anche su importanti temi come la legalità, il rispetto per l’ambiente e la bellezza della città di Napoli.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    telegram

    Napoli, quel “pasticciaccio brutto” della libreria Mondadori

    È durata meno di un giorno l'apertura al pubblico della nuova libreria Mondadori di Napoli, la più grande del capoluogo partenopeo e tra le più grandi d'Italia con i suoi 1.120 metri quadrati. Inaugurata ieri con grande entusiasmo, la libreria ha dovuto chiudere i battenti oggi stesso a causa di...

    Mare di Coroglio e Nisida inquinato: sversamento dal collettore fognario, il Parco della Gaiola denuncia

    Un'ennesima macchia marrone e maleodorante galleggia nel mare tra Coroglio e Nisida, a causa di uno sversamento dal collettore fognario locale. L'eccesso di acqua da un acquazzone ha causato il sovraccarico del troppopieno della vasca di trattamento, riversando i liquami in mare senza depurazione. Si tratta di un problema ricorrente, già...

    CRONACA NAPOLI