Fabrizio Corona a giudizio per diffamazione: denunciato da 3 calciatori sul caso scommesse

SULLO STESSO ARGOMENTO

Fabrizio Corona, l’ex paparazzo dei vip, sarà chiamato a rispondere di diffamazione a mezzo stampa davanti al giudice monocratico di Milano il 8 novembre.

La citazione diretta a giudizio giunge dalla Procura sulla base delle denunce lanciate da Stephen El Shaarawy, attaccante della Roma, Nicolò Casale, difensore della Lazio e Nicola Zalewski, centrocampista dei giallorossi.

Le accuse vengono dall’autunno scorso quando Corona aveva sostenuto che questi calciatori fossero implicati nel caso scommesse, seguito alle indagini su Nicolò Fagioli e Sandro Tonali, attualmente entrambi squalificati. Tuttavia, El Shaarawy, Casale e Zalewsky non hanno mai ricevuto un avviso di garanzia.

    Le querele sono state presentate principalmente da El Shaarawy, rappresentato dagli avvocati Matteo Uslenghi e Federico Venturi Ferriolo, e Casale, con l’avvocato Guido Furgiuele. A seguito delle querele, sono stati incluso nell’indagine del pm Pasquale Addesso per diffamazione aggravata a mezzo stampa anche il direttore del tg satirico Antonio Ricci e l’inviato Valerio Staffelli.

    I nomi dei calciatori erano stati indicati da Corona durante un intervento a “Striscia la Notizia” il 18 ottobre scorso.

    Dopo la conclusione delle indagini a febbraio, la citazione a giudizio firmata dal pm Addesso, dall’aggiunto Letizia Mannella e dal procuratore Marcello Viola, coinvolge anche Ricci e Staffelli, e Luca Arnau di Dillingernews.it.

    Sulla testata online infatti, Corona aveva elencato vari nomi di calciatori che riteneva fossero coinvolti nel caso scommesse, inclusi Nicolò Zaniolo, Tonali e Fagioli, i quali sono effettivamente stati indagati dalla Procura di Torino. Nei mesi precedenti, i pm milanesi hanno coordinato le loro indagini con i colleghi torinesi per assicurarsi che i nomi dei tre calciatori che Corona è accusato di aver diffamato non fossero presenti nel fascicolo dell’inchiesta torinese. Corona, assistito dall’avvocato Ivano Chiesa, ha partecipato all’inchiesta come persona informata sui fatti.


    DALLA HOME

    Incidente a Scampia: 16enne muore schiantandosi con la moto

    Incidente a Scampia: 16enne muore in un tragico incidente stradale. Il giovane, residente nella zona, era in sella a un motociclo Honda SH125 quando si è schiantato contro due auto. L'incidente è avvenuto intorno alle 8:30 in via Roma, all'altezza di un distributore di benzina. Il ragazzo stava percorrendo la...

    CRONACA NAPOLI

    LEGGI ANCHE