Processo pestaggi Santa Maria, detenuto al processo: “I telefonini? Li portano gli agenti”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Dichiarazioni forti dal banco degli imputati di Luigi D’Alessio, testimone al processo sulle violenze avvenute nel carcere di Santa Maria Capua Vetere il 6 aprile 2020.

D’Alessio, attualmente detenuto a Siracusa, ha accusato gli agenti penitenziari di introdurre i cellulari in carcere. “O gli agenti non sono bravi a fare i controlli, o li portano loro dentro”, ha affermato.

D’Alessio ha riferito di aver avuto un cellulare nei giorni delle violenze, che gli sarebbe stato consegnato da un detenuto per telefonare ai familiari. A sua volta, il detenuto avrebbe ricevuto il telefono da un poliziotto penitenziario. Il testimone, però, ha precisato di non conoscere il nome del detenuto né del poliziotto coinvolti.



    Le precedenti dichiarazioni:

    Inizialmente, D’Alessio aveva dichiarato che il cellulare gli era stato consegnato direttamente da un agente con gli occhiali e i capelli a spina. In aula, ha ammesso di aver mentito: “Allora dissi una bugia, per provocare dopo le tante botte avute”.

    Un sistema di corruzione?

    Le parole di D’Alessio sollevano dubbi sulla sicurezza del carcere e ipotizzano un sistema di corruzione che permetterebbe l’ingresso illegale di cellulari.

    La replica degli agenti:

    Gli agenti penitenziari respingono le accuse di D’Alessio e ribadiscono la loro professionalità e il loro impegno nel garantire la sicurezza del carcere.

    Le dichiarazioni del testimone aprono nuovi interrogativi e alimentano la polemica sulle condizioni del carcere di Santa Maria Capua Vetere. La Procura dovrà approfondire le accuse e accertare eventuali responsabilità.

    La speranza è che la verità venga a galla e che si ponga fine a qualsiasi tipo di illegalità all’interno del carcere.


    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    150 droni illuminano Napoli e realizzano coreografie

    Unmanned4You, azienda napoletana specializzata nell'utilizzo dei droni, ha organizzato uno spettacolo innovativo durante il Napoli Racing Show - Trofeo Città di Napoli - Gran Premio di Napoli. Unmanned4You ha coordinato un gruppo di 150 droni che hanno creato immagini e coreografie nel cielo del lungomare di Napoli in collaborazione...

    Piedimonte Matese, 48enne arrestato per ricettazione e truffa aggravata

    Un uomo di 48 anni è stato arrestato dai Carabinieri a Piedimonte Matese per ricettazione e truffa aggravata. L'ordine di carcerazione è stato eseguito in seguito a una sentenza della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. L'arresto è avvenuto dopo che l'uomo è stato individuato e raggiunto dai...

    Cento giorni alle Olimpiadi di Parigi 2024: da Tamberi a Dell’Aquila, gli azzurri già qualificati

    Con l'avvicinarsi dei Giochi Olimpici di Parigi 2024, l'Italia si prepara a raggiungere l'ambizioso obiettivo di replicare il successo delle quaranta medaglie conquistate a Tokyo 2020. Tuttavia, per raggiungere questo traguardo, sarà fondamentale ottenere un numero considerevole di qualificati in diverse discipline. Tra le notizie recenti, è emerso che il...

    Ndicka, Malagò: “Bene il comportamento di tutti”. Ulivieri: “C’è ancora qualcosa di umano”

    La vicenda di Evan N'Dicka, il giocatore della Roma colpito da malore durante il match con l'Udinese, ha suscitato una reazione unanime di apprezzamento da parte delle istituzioni sportive italiane. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha elogiato il gesto di solidarietà e responsabilità manifestato da allenatori, squadre, arbitro...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE