Al Teatro Bolivar è di scena ‘Nova Vita’, scritto e diretto da Francesco Pio Romano

SULLO STESSO ARGOMENTO

Domenica 3 marzo, alle ore 18.00, sul palco del teatro Bolivar (Via Bartolomeo Caracciolo detto Carafa, 30), diretto da Nu’Tracks, andrà in scena “Nova Vita”, lo spettacolo della Compagnia Plot Twist scritto e diretto da Francesco Pio Romano.

Al giorno d’oggi è difficile crescere un figlio, in qualunque circostanza. Lo è ancor di più se quel figlio è un “errore”, una ragazzata fatta a soli 19 anni. Come si può dunque affrontare la nascita di una nuova vita? È questa la domanda che ci poniamo alla base della vicenda del nostro nuovo spettacolo “Nova Vita”.

Peppe è un giovane che è stato catapultato nel mondo degli adulti. A soli 19 anni dovrà gestire un neonato, un nuovo lavoro, una fidanzata che vuole a tutti i costi sposarsi e allargare la famiglia, una padrona di casa ninfomane e il suo marito-cane, con la figura del suo migliore amico morto, che si ripresenta in vesti di angelo, confessandogli una verità che lo spaventa. Come si può uscire da questa situazione?



    SOGGETTO

    “Nova vita” racconta della nuova vita che dovrà affrontare Peppe, protagonista dello spettacolo “Uagliù”. Entriamo nella parte più profonda di Peppe che, nonostante la giovane età, dovrà affrontare l’ingresso in una nuova casa, la stabilizzazione per un lavoro che non gli piace, l’organizzazione di un matrimonio con una donna che non conosce ancora bene, una proprietaria di casa ninfomane, un figlio e, come se tutto questo non bastasse, la figura costante dell’amico morto che appare come fantasma all’interno della sua nuova casa.

    La figura di Tonino, amico scomparso, gli farà capire il suo vero animo, facendogli cadere la maschera da sciupafemmine che si era costruito per nascondere la sua vera identità. La sua crisi esploderà nel momento in cui tradirà la fidanzata con la proprietaria di casa che, affamata di carne giovane, sfrutterà il ragazzo per poter placare i suoi voraci istinti sessuali. Il dolce riposo sarà l’unico modo per poter ritornare alla normalità. Raggiungerà Toni nel mondo dei morti quando il marito della proprietaria di casa scoprirà il tradimento. Il marito becco dunque ucciderà il giovane Peppe senza troppi pregiudizi, colpendolo a morte con una vecchia pistola. Peppe, una volta arrivato da Toni, troverà finalmente la sua pace.


    Articolo offerto da Emmerre Auto - Torre del Greco
    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui


    Salerno, picchia la compagna e la sorella: arrestato 42enne

    Un uomo di 42 anni è stato arrestato dai carabinieri a Santa Marina, provincia di Salerno, per aver maltrattato la compagna e la sorella di quest'ultima. Durante una lite in casa, l'uomo ha picchiato la compagna di 43 anni, causandole diverse contusioni, e ha aggredito anche la sorella della donna,...

    Avellino, banditi fanno esplodere il bancomat di Bper

    Colpo dei bombaroli del bancomat ad Avellino. Ignoti stamane poco prima che albeggiasse hanno fatto esplodere un ordigno allo sportello bancomat esterno della Bper di Corso Kennedy E' accaduto intorno alle 5.10. Il forte fragore e l'allarme non hanno fatto desistere i banditi dal portare a termine il loro colpo....

    Arzano, ladri scassinano il Gio’s drink: il titolare pubblica il video

    Arzano - Ladri a volto scoperto sfidano lo Stato e derubano il “Gio’s drink” h24 di via Napoli. Commerciante per protesta pubblica i video sui sociali. Ancora assalti, ancora furti che non sembrano minimente fermarsi in una città ormai fuori controllo. L’amara sorpresa la mattina presto quando arrivando davanti all’ingresso,...

    Napoli, danni all’auto di don Luigi Merola: “La camorra ci vuole sfrattare”

    Vetro dell'auto distrutto e lampeggiante rubato: questa mattina don Luigi Merola ha trovato la sua auto di servizio danneggiata. Il sacerdote, da anni impegnato nella lotta alla camorra, ha denunciato l'accaduto sulla pagina Facebook della sua fondazione "'A voce d'e creature". Un messaggio intimidatorio? Secondo don Merola, l'episodio è da...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE