Napoli, chiude il villaggio “Futuro remoto”: 20mila presenze

SULLO STESSO ARGOMENTO

La 37esima edizione di Futuro Remoto si è conclusa a Napoli con la partecipazione di 20.000 visitatori in sei giorni. Questa edizione, dedicata al tema “Intelligenze”, si è svolta al Villaggio della Scienza allestito a Città della Scienza e ha offerto laboratori, spettacoli, science show, conferenze e incontri. Più di 1000 ricercatori e 200 realtà hanno preso parte all’evento, con un totale di 500 eventi tra conferenze, dibattiti, mostre, escape room e laboratori interattivi.

Il festival, attivo da oltre trent’anni, si impegna a avvicinare scienza e società per diffondere la cultura scientifica come strumento di consapevolezza critica, soprattutto tra le giovani generazioni. In questa edizione, è stata introdotta per la prima volta una sezione dedicata al gioco scientifico, alle escape room e agli speed dating, con l’obiettivo di consentire al pubblico di tutte le età di interagire con la scienza e la ricerca in modo immediato e divertente.

Il festival, insignito della medaglia del Presidente della Repubblica, è stato organizzato in collaborazione con sette Università della Campania e importanti istituzioni e agenzie di ricerca. Futuro Remoto è diventato nel corso degli anni un punto di incontro e confronto per il mondo della ricerca, dell’università e dell’innovazione, promuovendo un dialogo diretto con il pubblico e coinvolgendo centinaia di scuole. Il Presidente di Città della Scienza, Riccardo Villari, ha commentato il successo dell’evento affermando che “Ancora un successo per il nostro Futuro Remoto, manifestazione di punta di Città della Scienza, nucleo intorno al quale è nato il nostro polo scientifico”. La manifestazione ha riscosso sempre più partecipazione e entusiasmo da parte di un pubblico trasversale, coinvolgendo persone di tutte le età in maniera interattiva e divertente sui grandi temi del presente e sulle nuove sfide della ricerca.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE