LA DENUNCIA

Gli sfollati di Secondigliano dormono in tenda in piazza Municipio a Napoli

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Otto famiglie dello stabile di via Traversa III Aria Nova, a Secondigliano, insieme ai loro bimbi, non sapendo dove andare, hanno passato la notte all’addiaccio, in piazza Municipio, col solo conforto di una tenda”. Lo denuncia Severino Nappi, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Campania.

“L’allarme che ho lanciato in diverse occasioni, all’indirizzo di Regione Campania e Comune di Napoli, è stato letteralmente ignorato. E come previsto, purtroppo, l’ennesima bomba sociale comincia inevitabilmente a deflagrare, conseguenza diretta della roulette degli abbattimenti per edifici gravati da abusi di necessità”.

“Da un giorno all’altro – spiega – quaranta persone sono state costrette a lasciare la casa in cui vivevano da anni. Chi ha ignorato la criticità e l’emergenza annunciata, o peggio ancora, conoscendole, non ha mosso un dito, adesso si attivi per mettere un tetto sulla testa di queste famiglie. Non ci sono più alibi”.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

Salerno, bancarotta fraudolenta: misura cautelare per imprenditore e commercialista

Salerno. Divieto di esercitare l'attività imprenditoriale e ricoprire cariche direttive: misura cautelare personale per due soggetti. Nel contesto di un'ordinanza applicativa di misura cautelare personale,...

“Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

"Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE