ULTIME CALCIOMERCATO

Napoli, comincia l’avventura di Rudi Garcia: 4-3-3 o 4-2-3-1?

SULLO STESSO ARGOMENTO

È iniziata una nuova era a Napoli, quella di Rudi Garcia. Ex allenatore di Roma e Lione, il tecnico francese si siederà ora su una delle panchine più calde e richieste d’Europa: quella del Napoli campione d’Italia.

PUBBLICITA

Fortemente voluto dal presidente De Laurentiis dopo l’addio di Luciano Spalletti, il nuovo allenatore arriva con idee chiare, tanta voglia e grande fiducia. D’altronde, è ciò che serve, perché questo Napoli ha appena vinto uno scudetto che non vinceva da 33 anni. Il pericolo della pancia già piena c’è ed è evidente: Rudi Garcia dovrà esser bravo a far resettare tutto a livello mentale ai suoi ragazzi, trovando il giusto equilibrio tra ciò che già c’era di ottimo e il suo personale tocco.

Come giocherà il Napoli di Rudi Garcia? Tra 4-3-3 e 4-2-3-1

Il presidente De Laurentiis è stato chiaro fin da subito: a Napoli serve un allenatore che abbia dimostrato di saper giocare bene e vincere con il 4-3-3, lo stesso modulo con cui Spalletti ha dominato la Serie A la passata stagione. Per questo, Rudi Garcia è perfetto.

Le sue esperienze e prestazioni a Roma e Lione parlano per lui. Linea fissa a 4, centrocampo folto ed equilibrato, centravanti in grado di sostenere l’attacco da solo e soprattutto due ali velocissime nate per puntare e saltare l’uomo ad ogni azione.

Di partenza quindi, salvo imprevisti, il Napoli giocherà con il suo classico 4-3-3. Questo al di là di quelli che saranno i reali interpreti. Come sottolineato dallo stesso tecnico francese nella conferenza stampa di presentazione, però, la sua squadra dovrà esser molto duttile, in grado quindi di cambiare volto a gara in corso a seconda dell’andamento e dell’avversario.

Una prima validissima alternativa – peraltro già molto utilizzata in passato dal mister – è quindi il passaggio al 4-2-3-1. La differenza è che in questo caso la linea mediana sarebbe ancora più folta, mentre ci sarebbe un trequartista alle spalle di una prima punta: a seconda poi delle caratteristiche del giocatore – se più centrocampista o attaccante – la squadra può assumere un assetto offensivo o meno.

Ciò che pare ovvio comunque è che il Napoli di Rudi Garcia sarà propositivo e votato all’attacco: proprio per questo, gli scommettitori che si affidano a https://casino-sicuri.com/ si sfregano già le mani.

Il calciomercato del Napoli: addio Kim, dubbi su Zielinski e Osimhen

Chi saranno i protagonisti del Napoli di Rudi Garcia?

Di certo non Kim, il miglior difensore della passata stagione. Il centrale coreano passerà al Bayern Monaco, che a luglio pagherà la clausola rescissoria di 60 milioni di euro. Conferme invece per Meret, capitan Di Lorenzo, Mario Rui e Rrahmani.

A centrocampo, certi del posto da titolare saranno Lobotka e Anguissa, giocatore che è già stato allenato da Garcia a Marsiglia. Per il resto, è in dubbio la permanenza di Zielinski: manca l’accordo sul rinnovo di contratto e su di lui c’è la Lazio.

Infine occhi puntati sull’attacco: Osimhen ha grandi estimatori e De Laurentiis ha ammesso che, qualora arrivasse un’offerta irrinunciabile, se ne potrebbe parlare. Non si tocca invece il miglior giocatore della passata stagione, Kvicha Kvaratskhelia, pronto a fare danni partendo larghissimo sulla fascia sinistra.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui


Torna alla Home
googlenews
facebook


ALTRE NOTIZIE SUL NAPOLI


Prossima Partita

Classifica

ULTIME NOTIZIE

Ultime Notizie