Safer Internet Centre Centre, Giffoni fa tappa a Procida

SULLO STESSO ARGOMENTO

Appuntamento dal 4 al 6 maggio prossimi presso il suggestivo Palazzo D’Avalos di Terra Murata. Parteciperanno i 40 ragazzi dello Youth Panel.

Il progetto è coordinato dal Ministero dell’Istruzione e del Merito.

Giffoni fa tappa a Procida per un nuovo capitolo del progetto Safer Internet Centre – Generazioni Connesse, progetto co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Digital Europe dedicato ai rischi della rete.



    Dal 4 al 6 maggio attività di formazione, incontri e dibattiti a cui parteciperanno i quaranta ragazzi dello Youth Panel, tutti di età compresa tra i 14 ed i 18 anni che sono i veri ambasciatori del progetto che di pone l’obiettivo di sensibilizzare, informare, monitorare e proporre idee per garantire un livello sempre maggiore di sicurezza “nell’ambiente” on line.

    Dopo la partecipazione al Safer Internet Day a Roma lo scorso febbraio, la tappa di Procida rappresenta l’occasione per approfondire le tematiche del progetto in uno scenario suggestivo e di grande valenza culturale. L’isola del Golfo di Napoli è stata Capitale Italiana della Cultura 2022, riconoscimento che le è valsa molta visibilità e la possibilità di dare vita ad un importantissimo programma di iniziative ed eventi.

    Le tre giornate si svolgeranno presso il Palazzo D’Avalos di Procida, edificio storico che domina Terra Murata, esempio di grande pregio del Rinascimento napoletano.

    Si inizierà giovedì, 4 maggio, alle ore 15.30, con la formazione a cura dei Teachers Panel del progetto, esperti che potranno avere la possibilità di dare indicazioni ai ragazzi su quelle che sono le nuove frontiere della sicurezza in rete con un approccio multidisciplinare. Si tratta di un’attività già svolta in altre tappe del progetto e che prevede il protagonismo dei componenti dello Youth Panel che avranno modo di confrontarsi in uno scambio libero di opinioni e di idee. L’attività di formazione proseguirà anche venerdì, 5 maggio, sempre alle ore 15.30.

    Nella mattinata di venerdì, 5 maggio, con inizio alle ore 10.30 si terrà il laboratorio dedicato all’audiovisivo, curato dal Dipartimento Produzione di Giffoni, dal titolo “Short Movie Lab”. Le attività del laboratorio proseguiranno anche sabato, 6 maggio, con inizio alle ore 10.30. Nel corso dei due incontri saranno affrontate tutte le fasi di realizzazione di un prodotto audiovisivo dal punto di vista tecnico, ma anche dal punto di vista della scrittura e della produzione con particolare riferimento alla realizzazione di un cortometraggio.

    “Il progetto Safer Internet Centre – Generazioni Connesse – dichiara Jacopo Gubitosi, direttore generale di Giffoni – rappresenta un’iniziativa alla quale siamo fortemente legati, soprattutto per le tematiche che affronta. Si rivolgono ai giovani che sono quelli maggiormente esposti ai rischi della rete e che devono necessariamente essere informati per crearsi una propria consapevolezza, l’unica arma per evitare di cadere nelle trappole digitali. Sappiamo tutti come la rete rappresenti una grande opportunità ma deve essere necessariamente utilizzata in maniera consapevole. Questo è lo spirito del progetto al quale collaboriamo con entusiasmo proprio perché condividiamo lo stesso target, il mondo dei ragazzi, le nuove generazioni. Abbiamo in questo un comune denominatore che ci unisce. In questa occasione, poi, portiamo le nostre attività in un luogo simbolo della nostra Campania, a Procida. A conferma di come la sicurezza in rete rappresenti una questione di natura culturale sempre più attuale”.

    Il progetto SIC – Generazioni Connesse è coordinato dal Ministero dell’Istruzione e del Merito con il partenariato delle principali realtà italiane che si occupano di sicurezza in Rete: Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, Polizia di Stato, il Ministero della Cultura, gli Atenei di Firenze e ‘La Sapienza’ di Roma, Giffoni Experience, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, la cooperativa EDI onlus, Skuola.net.




    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui




    LEGGI ANCHE

    Riciclaggio internazionale, ai clienti anche “servizio contanti”

    Scoperto grazie a documento sul pc del promotore della centrale

    Ischia, i tanti misteri della morte di Antonella: dove si è nascosta per 10 giorni?

    Gli investigatori stanno ascoltando diverse persone per cercare di ricostruire i fatti

    Traffico illegale di rifiuti tra Campania e Tunisia: scattano gli arresti

    Un'operazione coordinata dalla Procura di Potenza ha portato alla scoperta di un traffico illegale di rifiuti speciali tra Campania e Tunisia. Circa 80 militari del gruppo Carabinieri per la tutela ambientale e la sicurezza energetica di Napoli, insieme al personale della Dia-Direzione investigativa antimafia, stanno attuando misure cautelari personali e patrimoniali nelle province di Napoli, Salerno, Potenza e Catanzaro. .

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    Napoli, il video di sfida allo Stato costa caro a Giusy Valda: arrestata

    Due video: due sfide allo Stato. Pur sapendo di non poterlo fare. Era agli arresti domiciliari e da oggi pomeriggio potrà sfoggiare il suo...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE