soresa
Pubblicitasoresa

Acerra, incontro con le scuole e i ragazzi di Mare Fuori

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Siamo felici di ospitare il cast di Mare Fuori, per la seconda volta in pochi mesi, per parlare ai giovani di questa serie di successo della televisione pubblica: una serie che parla di che fine fanno dei piccoli criminali. Vanno in carcere. Sbagliano, vengono arrestati e vanno in carcere”. Così il sindaco di Acerra (NAPOLI), Tito d’Errico, nel corso dell’incontro tra alcuni protagonisti della serie ‘Mare Fuori’ e gli studenti della città, in corso di svolgimento al Parco Urbano. L’evento speciale del Social World Film Festival, inserito nelle tappe per le scuole di School Hub, vede la presenza degli attori Giovanna Sannino, Enrico Tajani, Francesco Panarella e Antonio d’Aquino.

“Il messaggio che passa in questa serie è che chi commette dei reati finisce dietro le sbarre – ha proseguito d’Errico – il crimine, dunque, non paga. Poi va da sé che a questi giovani che hanno sbagliato va dato un aiuto per dargli una possibilità. E sono certo che l’incontro con gli attori della serie può aiutare a far capire ai nostri giovani come i gesti sbagliati sono gesti di violenza, di microcriminalità. Quindi ringrazio tutto il cast per essere venuto qui ad Acerra a dimostrazione di quanto sia importante per la città ospitare una serie di successo, perché attraverso la popolarità di questa serie si può parlare di tematiche sociali importanti per il nostro territorio”.

Nei giorni scorsi ad Acerra alcuni episodi di microcriminalità hanno acceso i riflettori sulle baby gang, tanto che d’Errico ha annunciato che nelle prossime ore incontrerà il sostituto procuratore del tribunale dei minori di Nola, i servizi sociali ed i dirigenti scolastici del territorio. “Ai miei giovani concittadini dico di prendere da esempio i loro coetanei protagonisti di Mare Fuori – ha proseguito il sindaco – che hanno studiato e si sono impegnati per inseguire un sogno, quello di fare gli attori e iniziare la carriera nel mondo dello spettacolo.


    Ai miei giovani concittadini dico anche di impegnarsi seriamente in tutto quello che fanno, a cominciare dalla scuola e dallo studio. Perché è solo così che arriveranno i risultati nella vita: le altre strade sono sbagliate, non sono lecite”. Il sindaco, infine, ha affermato che Acerra si conferma Città del Cinema.

    “Grazie all’impegno del Comune, di Città Metropolitana e soprattutto all’impegno del ‘nostro’ Giuseppe Nuzzo, direttore generale della mostra del cinema Social World Film Festival – ha concluso – la nostra città sta diventando sempre di più un punto di riferimento per il mondo dello Spettacolo. Il nostro Giuseppe Alessio Nuzzo si è impegnato tantissimo, ha studiato tanto ed oggi è un nome di rilievo del panorama cinematografico internazionale”.


    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui



    LEGGI ANCHE

    Camorra, il tesoro in Bitcoin del narcos Raffaele Imperiale è passato allo Stato

    E' passato allo Stato italiano il tesoro in Bitcoin del supernarcos internazionale Raffaele Imperiale, arrestato a Dubai due anni anni dopo anni di latitanza. Dopo...

    IN PRIMO PIANO

    LE NOTIZIE PIU LETTE

    Spalletti e Di Canio, lite furiosa in diretta a Sky: “Parla di Leao e della bandierina…”

    Lite furiosa tra Luciano Spalletti e Paolo Di Canio in diretta a Sky Sport nel corso dell'intervento post partita del tecnico degli azzurri. Il Napoli...

    Era senza patente la giovane mamma di Ponticelli che ha investito e ucciso la figlia di 7 anni

    Era senza parente e aveva deciso di provare a guidare Rosa Palma, 33 anni di Ponticelli, la giovane mamma separata che ieri ha investito...

    Napoli, boicottaggio non riuscito a Peppe Di Napoli

    Un boicottaggio non riuscito nei confronti del primo pescivendolo social napoletano nel giorno della super vendita delle cozze per la famosa e ormai immancabile...