Villa abusiva su due livelli demolita a Lettere

SULLO STESSO ARGOMENTO

Nell’ambito dell’attività di contrasto al fenomeno dell’abusivismo edilizio che costituisce una delle priorità dell’azione di questa Procura della Repubblica, in esecuzione di un ordine di demolizione emesso dal Tribunale di Torre Annunziata, sezione distaccata di Gragnano, si è proceduto alla demolizione di un fabbricato (su due livelli fuori terra).

Il fabbricato in questione era composto da: un piano seminterrato in c.a. costituito da travi di fondazione con relativi pilastri e solai occupante una superficie di mq. 134,60 per un’altezza media di mt. 2,20; un prefabbricato del tipo pesante, installato sul solaio di calpestio del piano seminterrato, costituito da pareti di altezza mt. 3,00 con posa in opera di capriate di copertura, con sovrastante tavolato di chiusura, manto impermeabile e tegole tipo napoletano.

E ancora una pensilina, sul lato ingresso, di mt. 10,20 x mt. 2,00 completa di struttura portante in ferro, tavolato di copertura parzialmente impermeabilizzato per tutta la lunghezza e mt. 0,80 di larghezza; parziali tramezzi interni delimitanti un vano ed il locale wc, grondaie in rame alla falda lato valle dell’edificio, cornicione costituito da struttura in ferro e tavelloni di larghezza mt. 0,60.

    Il manufatto demolito insisteva nel comune di Lettere alla via Tuoro, 6, in un’area rientrante in zona sottoposta al vincolo sismico ai sensi della legge regionale n.9/83 e s.m.i. e al vincolo paesaggistico ambientale ai sensi del D.Lgs. 42/04 e s.m.i..

    L’esecuzione delle demolizioni delle costruzioni abusive disposte dall’autorità Giudiziaria rappresenta, per la tutela del territorio, uno strumento insostituibile sia in chiave repressiva, per il ripristino delle condizioni ambientali violate, sia in chiave preventiva, per l’efficacia dissuasiva nei confronti del1’abusivismo edilizio.

    In questo caso si è data esecuzione ad una condanna relativa ad abuso risalente all’anno 2006. Grazie anche alla incessante opera di sensibilizzazione portata avanti della Procura di Torre Annunziata la demolizione, è l’ennesima che ha avuto luogo, da parte del proprietario del manufatto abusivo, in regime di autodemolizione, senza anticipazione di spese da parte del Comune interessato e della Cassa Depositi e Prestiti.



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    De Zerbi: “Il mio futuro? Non ho accordi con nessuno”. Spunta l’ipotesi Milan

    Roberto De Zerbi ha annunciato la sua decisione di lasciare il Brighton, spiegando ai microfoni di Sky Sports UK i motivi dietro questa scelta. "Non abbiamo trovato l’accordo giusto per andare avanti, per restare insieme. Il calcio è la mia vita e non posso cambiare la mia passione", ha...

    Juan Jesus torna sul caso Acerbi e si commuove: “Meglio pochi trofei ma essere d’esempio”

    Al centro sportivo Kodokan di Piazza Carlo III una squadra speciale ha catturato l'attenzione di tutti: bambini fuggiti dalle guerre e coetanei italiani uniti sul campo da calcio. Un ospite d'eccezione, il difensore del Napoli Juan Jesus, ha preso la parola in un momento di grande emozione. Juan Jesus, recentemente...

    CRONACA NAPOLI