🔴 ULTIME NOTIZIE :

Terremoto a Siena e provincia: una trentina di scosse nella notte

Notte di paura e di terremoto a Siena, dopo che una scossa di 3.5 ha fatto tremare tutta la provincia alle 9.51 di ieri sera. Secondo l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, l'epicentro è stato registrato a una profondità di 8 chilometri. Sono seguite alle scosse: una alle 22.08 di...

Napoli, il questore emette 6 Daspo

Il Questore di Napoli ha adottato tre provvedimenti di divieto di accesso alle manifestazioni sportive […]

napoli 6 daspo

    Il Questore di Napoli ha adottato tre provvedimenti di divieto di accesso alle manifestazioni sportive (DASPO), per periodi dai 7 ai 9 anni, nei confronti di altrettanti tifosi napoletani, di 25, 40 e 44 anni.

    Tutti indagati per associazione per delinquere, lesioni personali aggravate e porto di armi od oggetti atti ad offendere in quanto presunti organizzatori di un’aggressione nei pressi di un bar di via dei Tribunali nei confronti di un tifoso olandese.

    In particolare, la notte dello scorso 11 ottobre, prima dell’incontro di calcio Napoli-Ajax, disputatosi presso lo stadio Diego Armando Maradona, la vittima, inseguita da un gruppo di tifosi partenopei, aveva tentato di rifugiarsi nel bar ma era stata raggiunta e trascinata fuori da alcuni di essi che l’avevano poi colpita con calci, pugni e con un’arma da taglio.

    Ancora, due provvedimenti, per periodi da 3 a 5 anni, sono stati adottati nei confronti di due persone che, in occasione dell’incontro di calcio Juve Stabia – Delfino Pescara di serie “C” disputatosi il 30 ottobre scorso presso lo stadio “Romeo Menti” di Castellammare di Stabia, avevano acceso e lanciato alcuni petardi.

    Uno dei due è stato altresì denunciato per lesioni personali in quanto l’esplosione del petardo aveva causato il ferimento di un agente.

    Infine, un altro daspo, della durata di 2 anni, è stato irrogato nei confronti di un 49enne napoletano che in occasione della partita Punto di Svolta – Santa Maria La Carità, disputatasi lo scorso 18 dicembre presso lo stadio “Caduti di Brema”, era stato denunciato per accensione di fumogeni in occasione di manifestazioni sportive.

    Iscriviti alla Newsletter

    Ogni mattina le ultime notizie nella tua posta elettronica

    Napoli. I carabinieri della stazione di Secondigliano sono intervenuti ieri sera presso il CTO per un 35enne ferito. Secondo una prima ricostruzione l’uomo (già noto alle forze dell’ordine) sarebbe stato ferito ad un gluteo e alla schiena, con un arma (probabile arma da taglio) e in circostanze ancora da chiarire. Sarebbe accaduto in Via Vittorio Veneto, intorno alle 20.30. Il 35enne è ancora in osservazione, non in pericolo di vita. Indagini in corso per chiarire dinamica. L'uomo è stato sottoposto a un primo sommario interrogatorio ma non ha fornito molti elementi utili alle indagini. I carabinieri di Napoli stanno passando al setaccio...
    "'Putroppo l'aborto e' un diritto', si' ma non l'ho detto io, l'ha detto un ministro. A volte anch'io sparo cazzate ai quattro venti ma non lo faccio a spese dei contribuenti". Cosi' Fedez nel brano cantato a Sanremo sembra fare riferimento alle dichiarazioni del ministro delle Pari opportunita' Eugenia Roccella. "Se va a Sanremo Rosa Chemical scoppia la lite, forse è meglio il viceministro vestito da Hitler, purtroppo l'aborto è un diritto ma non l'ho detto io l'ha detto un ministro (Eugenia Roccella, ndr)". Faranno discutere le parole del brano di Fedez, ospite dalla Costa Smeralda al Festival di Sanremo, che al...

    IN PRIMO PIANO

    Pubblicita

    Leggi anche