Alessandria, fuga dai carabinieri dopo la festa per il Marocco: morto il quarto giovane

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sono salite a quattro le vittime dell’incidente avvenuto alla periferia di Alessandria, nelle prime ore di questa mattina.

Arrivato in ospedale già in gravi condizioni, non ce l’ha fatta Vincenzo Parisi, 21 anni, uno dei quattro feriti. Restano ricoverati il conducente, grave ma non in pericolo di vita, e altri due passeggeri che viaggiavano sulla Peugeot 807.

Gli altri 3 morti sono Lorenzo Pantuosco di 23 anni, Lorenzo Vancheri di 21, Denise Maspi di 15 – e poi ci sono ora tre feriti. E’ piantonato e in stato di arresto con l’accusa di omicidio stradale. Il 22enne è ricoverato in ospedale in condizioni gravi. Si tratta di verificare se fosse alla guida sotto l’effetto di alcol e/o sostanze stupefacenti.

    Formalmente, l’adozione del provvedimento a suo carico avverrà in base all’evoluzione del quadro clinico. Iniziati intanto, dopo il via libera di forze dell’ordine e autorità, i lavori di ripristino dei tecnici Rfi al passaggio a livello poco prima della frazione di Cantalupo sulla linea Alessandria – San Giuseppe di Cairo.

    Nella complessa dinamica dell’incidente, infatti, la Peugeot 807 ha abbattuto la cassa di manovra dell’impianto che regola il meccanismo per abbassare e alzare le sbarre. A seguito del danneggiamento, rimane sospeso il traffico ferroviario ed è attivo il servizio sostitutivo con bus.

    Secondo le prime informazioni i giovani sarebbero stati di ritorno dai festeggiamenti per la vittoria del Marocco ai mondiali Qatar. Tra le cause dell’incidente, secondo i primi rilievi, l’alta velocità, la nebbia e il manto stradale reso viscido dalle basse temperature.

    C’e’ una prima ricostruzione della dinamica del gravissimo incidente stradale che all’alba e’ costato la vita a 4 ragazzi, di cui uno di 15 anni’, alla periferia di Alessandria.Secondo quanto si e’ appreso l’auto, una Peugeot 807 su cui viaggiavano in sette, sarebbe stata notata da una pattuglia dei Carabinieri al quartiere Cristo, nella zona sud della citta’, mentre procedeva zigzagando.

    I militari avrebbero intimato l’alt accendendo i lampeggianti. Ma chi era alla guida avrebbe accelerato dirigendosi verso la periferia lungo la provinciale 244. Ne e’ nato un inseguimento.

    La vettura con a bordo i giovani ha fatto perdere le proprie tracce nella zona della Scuola agenti di Polizia, non lontano dal casello di Alessandria sud sulla A26. Poco dopo, pero’, all’altezza del passaggio a livello per Cantalupo, forse a causa della nebbia e dell’asfalto viscido, l’auto si e’ schiantata contro la barriera del passaggio a livello ed ha finito la sua corsa dentro al cortile di un’abitazione, prendendo fuoco.

    Lo schianto e’ stato cosi’ forte che alcuni pezzi dell’auto sono finiti sul tetto della casa. E’ stato uno dei residenti nell’abitazione a spegnere le fiamme. Poco dopo sono arrivati anche i carabinieri che avevano precedentemente intercettato il mezzo.

    Tre dei giovani a bordo, di 15, 21 e 23 anni sono morti sul colpo. Un quarto è morto nel primo pomeriggio. Gli altri tre ragazzi sono stati portati negli ospedali di Alessandria e di Novi Ligure. Uno in condizioni molto gravi, in codice rosso, mentre gli altri due in codice giallo.

    alessandria morto il quarto giovane



    Torna alla Home

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    telegram

    LIVE NEWS

    Napoli, evade dai domiciliari a Porta Nolana: 55enne arrestato dalla Polizia

    Napoli. Nel pomeriggio di ieri, gli agenti del Commissariato di Polizia Vicaria-Mercato hanno arrestato un uomo di 55 anni per evasione dai domiciliari. Durante un controllo di routine, gli agenti hanno accertato che l'uomo, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per reati di droga e violenza, non era presente nella...

    Social vietati fino ai 16 anni: FdI e Pd contro i baby influencer

    Roma. Fratelli d'Italia e Partito Democratico si schierano contro i baby influencer e propongono una legge per vietare l'utilizzo dei social network ai minori di 16 anni. La proposta, depositata in Senato da Lavinia Mennuni (FdI) e alla Camera da Marianna Madia (PD), ha l'obiettivo di tutelare i minori dai...

    CRONACA NAPOLI