Lungomare di Napoli prigioniero del degrado

SULLO STESSO ARGOMENTO

Più che ‘liberato’, come fu battezzato durante la precedente amministrazione cittadina, il lungomare di Napoli è evidentemente violato e prigioniero del degrado e dell’incuria.

Un esempio ne è lo stato in cui è ridotta la scogliera in via Nazario Sauro, di fronte all’Hotel Excelsior, che continua ad essere una discarica a cielo aperto e dove la vegetazione selvaggia, cresciuta a dismisura, “coccola e protegge” i sacchetti di monnezza.

“Avevamo denunciato tale situazione una settimana fa richiedendo interventi di pulizia e il ritiro dei rifiuti ma nulla ancora è stato fatto.” – dichiara il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli assieme ai consiglieri municipali del Sole che ride Lorenzo Pascucci e Gianni Caselli- “Parliamo di uno dei luoghi più suggestivi e più frequentati al mondo ma che viene maltrattato e lasciato in balia degli incivili e del degrado. Il lungomare va salvato”.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE