Napoli, sequestrati oltre 1.4 milioni di articoli scolastici contraffatti

Napoli. In concomitanza con la settimana d’inizio del nuovo anno scolastico e nell’ambito di un più ampio piano provinciale finalizzato a prevenire e contrastare il commercio di materiale non sicuro o contraffatto, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, con un intervento straordinario, ha sequestrato oltre 1,4 milioni di prodotti scolastici e di […]

google news

Napoli. In concomitanza con la settimana d’inizio del nuovo anno scolastico e nell’ambito di un più ampio piano provinciale finalizzato a prevenire e contrastare il commercio di materiale non sicuro o contraffatto, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, con un intervento straordinario, ha sequestrato oltre 1,4 milioni di prodotti scolastici e di cartotecnica, compresi testi illecitamente riprodotti.

21 responsabili sono stati segnalati alla Camera di Commercio per violazioni amministrative e 5 denunciati all’Autorità Giudiziaria, a vario titolo, per commercio di prodotti contraffatti, ricettazione e violazione al diritto d’autore.

In particolare, nell’area cittadina, nel corso di 12 distinti interventi in attività commerciali, sono stati sequestrati 1.049.564 articoli di cancelleria/cartoleria (tra penne, gomme, compassi, porta cartellini, post-it, elastici) privi di marcatura e adeguata nota informativa, segnalando alla locale Camera di Commercio 8 responsabili.

Tra Afragola, Casandrino e Caivano sono stati tolti dal commercio 176.450 accessori scolastici, per l’ufficio e decorativi. Gli articoli erano esposti per la vendita, privi della nota informativa in lingua italiana e di indicazioni sulle caratteristiche merceologiche del prodotto, all’interno di 3 negozi gestiti da cittadini cinesi, segnalati alla Camera di Commercio.

A Nola, tra San Gennaro Vesuviano e Ottaviano, le Fiamme Gialle hanno sequestrato oltre 221.000 prodotti scolastici e di cartoleria non sicuri, privi delle prescritte indicazioni di sicurezza, con la segnalazione di 4 responsabili per violazioni al Codice del Consumo e di un altro alla Procura della Repubblica.

Le attività hanno interessato anche i Comuni di Forio d’Ischia, Anacapri, Castellammare di Stabia, Torre del G. e Boscoreale. In quest’ultimo comune, è stato sorpreso all’interno del proprio esercizio il titolare mentre effettuava copie di testi scolastici senza detenere la licenza SIAE per la reprografia. Al responsabile, denunciato all’A.G. sono stati sequestrati 31 testi fotocopiati integralmente, 86 testi di opere letterarie scannerizzati integralmente, 4 supporti informatici di archiviazione dati, 1 computer e 1 fotocopiatore.

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

A Cto 5 guardie giurate malmenate dai parenti di un paziente

L'uomo pretendeva di entrare senza rispettare i codice ha chiamato in rinforzi: scatenando il panico nell'ospedale Cto

Camorra, attentato al giornalista Mimmo Rubio: 3 indagati

Tre esponenti della camorra di Arzano legati al clan della 167 riferimento degli Amato Pagano sono indagati per gli attentati del 2018 sotto l'abitazione del giornalista Mimmo Rubio

Due giovani accoltellati alla Circumvesuviana di Trecase

La polizia è sulle tracce di un giovane migrante che dovrebbe averli aggrediti. La lite per futili motivi

Napoli, il M5Stelle oltre il 60% nei quartieri del Reddito di Cittadinanza

A Scampia il candidato Dario Carotenuto ha ottenuto il 64,&% a Miano invece Ada Lopreiato il 63,76%

IN PRIMO PIANO

Pubblicita