Napoli, sequestrati microtelefoni a Poggioreale

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Nella serata di Ferragosto sono stati ritrovati, nel reparto Salerno del carcere di Poggioreale, due microtelefonini di cui uno con videocamera, abilmente occultati nei suppellettili della camera dov’erano ubicati diversi detenuti italiani. A segnalarlo, in una nota, e’ il segretario regionale Campania Asppe confederata Consipe Luigi Castaldo.

“Nonostante – sottolinea – l’inasprimento delle pene da 1 a 4 anni, persiste il fenomeno illecito della presenza di microtelefonini. E’ solo grazie alle sinergia operativa tra le forze dell’ordine ed alle elevate capacita’ professionali del poco personale di Polizia Penitenziaria del Salvia che, nella giornata di Ferragosto pur con tutte le ataviche difficolta’ operative e’ riuscito a ritrovare e sequestrare i due microtelefonini, il cui utilizzo con molta probabilita’ era per fini illeciti, vista la possibilita’ di chiamare e videochiamare gia’ prevista per i ristretti”.

Per Castaldo, inoltre, l’iniziativa dell’Amministrazione Penitenziaria che ha visto la presenza della provveditrice dott.sa Lucia Castellano ieri al carcere di Poggioreale va elogiata: “Aver salutato tutto il personale di Polizia Penitenziaria recandosi reparto per reparto e’ una dimostrazione di vicinanza (quella di ieri) che dovrebbe essere dimostrata periodicamente affinche’ si abbia maggiore contezza toccando con mano la realta’ dello stato dei fatti e le gravi difficolta’ operative in cui versa il personale di Polizia Penitenziaria in uno degli istituti penitenziari piu’ critici e grandi d’Europa”.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui




LEGGI ANCHE

Napoli, arrestato il complice del rapinatore che ferì l’ingegnere

Napoli. E' stato arrestato anche il secondo rapinatore che la sera del 29 marzo 2023 partecipò al tentato omicidio di un ingegnere che stava...

Crollo di Firenze, recuperato il corpo dell’ultimo disperso

Nel cantiere di via Mariti a Firenze, il corpo dell'ultimo disperso è stato recuperato dai vigili del fuoco e successivamente affidato all'autorità giudiziaria per...

Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE