Aggiornato -

15 Agosto 2022 - 09:03

Aggiornato -

lunedì 15 Agosto 2022 - 09:03
HomeCronacaCronaca di NapoliNapoli, Cirica (Ospedale Betania): "Basta aggressioni nei Pronto Soccorso, serve monitoraggio"

Napoli, Cirica (Ospedale Betania): “Basta aggressioni nei Pronto Soccorso, serve monitoraggio”

“Le aggressioni al personale del nostro Pronto Soccorso, come a quelli di altri presidi dell’area metropolitana di Napoli non si contano più. C’è un’escalation che dura da troppi mesi e deve essere fermata. Per sensibilizzare […]
google news

“Le aggressioni al personale del nostro Pronto Soccorso, come a quelli di altri presidi dell’area metropolitana di Napoli non si contano più. C’è un’escalation che dura da troppi mesi e deve essere fermata. Per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema e le istituzioni potrebbe essere utile, come per gli infortuni e le morti sul lavoro, attivare un monitoraggio e rendicontarle numericamente anche attraverso i media. Un segnale significativo, almeno per alcuni presidi, potrebbe essere la riattivazione di un drappello di Polizia”. Lo afferma Luciano Cirica, direttore generale dell’Ospedale Evangelico Betania in una nota.

La denuncia arriva dopo l’ennesima aggressione ai danni dei medici del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Ponticelli giovedì scorso. Un uomo, stanco di aspettare l’esito della visita alla moglie, ha devastato la sala d’attesa del PS rompendo a calci e pugni una porta e diverse suppellettili, inveendo e minacciando medici, infermieri e personale sanitario.
L’uomo, in ospedale per accompagnare la moglie in seguito ad una “crisi isterica post-litigio con il compagno” (codice verde), si è impazientito per il protrarsi dell’attesa e prima ha cominciato ad urlare e poi a scagliarsi con violenza contro la struttura e il personale sanitario e di guardiania. Dall’inizio dell’anno si sono avuti oltre 30 episodi di violenza di cui 8, quelli più gravi, sono oggetto di procedimenti penali.

“Il personale sanitario deve avere la possibilità di lavorare serenamente soprattutto in luoghi delicati come il Pronto Soccorso, dove di frequente vengono effettuati interventi salvavita. Ogni volta che si verifica un episodio del genere ci sono ripercussioni sull’organizzazione del servizio e anche economiche. È un fenomeno che non si è fermato neanche durante la pandemia. Bisogna intervenire con fermezza”, conclude Cirica.

Il Pronto Soccorso dell’Ospedale Evangelico Betania dove arrivano oltre 50mila pazienti all’anno, attraverso il 118 o direttamente, è sede anche di Pronto soccorso ostetrico-ginecologico, raggiunto ogni giorno da decine di partorienti e donne in difficoltà.

Vincenzo Scarpa
Vincenzo Scarpahttps://www.cronachedellacampania.it
Vincenzo Scarpa, Giornalista Pubblicista per Cronache della Campania e Studente di Scienze Politiche all'Università di Napoli Federico II. Appassionato di qualsiasi tipo di sport, ama scrivere e parlare principalmente di calcio

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news

Leggi anche

Pianura, vigilia di Ferragosto in strada: preso per evasione

Pianura, sera della vigilia di ferragosto fuori porta. Carabinieri arrestano 59enne per evasione. Dovrà rispondere di evasione Vincenzo Birra, 59enne di Pianura sottoposto ai domiciliari...

Oroscopo oggi, previsioni segno per segno. Leone fortunati oggi

L'oroscopo oggi. Il segno fortunato del 15 agosto è quello del Leone Ariete Il meglio che potreste desiderare, perché al fascino oggi si unisce un’invidiabile dialettica:...

Napoli, Vincenza Donzelli muore per complicazioni post parto

E' una tragedia che ha colpito nel bel mezzo delle festività di Ferragosto il mondo della cultura di Napoli. Vincenza Donzelli, 43 anni, operatrice culturale...

Sorrento, giovani ubriachi alla guida: ritirate 9 patenti

Sorrento. Contrasto della guida in stato d’ebrezza e alterazione da stupefacenti. Stanotte in Piazzale del Lauro a Meta di Sorrento, località ad alta densità turistica...
spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita