Porto Cesareo la meta giusta per chi ama il mare

porto cesareo
google news

Porto Cesareo è una delle più note località turistiche estive della Puglia, caratterizzata da ottima organizzazione balneare, numerosi villaggi turistici e lidi nei dintorni, comfort assoluto per i turisti, non solo provenienti dalla nostra bellissima nazione ma anche dall’estero.

Porto Cesareo è situata sulla costa ionica della penisola salentina, in provincia di Lecce, ed è sede dell’Area naturale marina protetta Porto Cesareo e della Riserva Naturale Orientata Regionale Palude del Conte e Duna Costiera.

La costa di Porto Cesareo è formata da due riviere. Quella di levante che si estende fino alla penisola della Strea formando una suggestiva laguna e quella di ponente. Le spiagge sono per lo più basse e sabbiose alternate a basse scogliere e sono caratterizzate da un gran numero di stabilimenti balneari.

Le spiagge di Porto Cesareo

La prima spiaggia che si incontra verso ovest dal paese è quella detta di Primo Ponte per via di un ponticello sotto il quale sfocia un canale utilizzato per la bonifica che termina con lo sperone roccioso di Scalo di Furno, sito archeologico pieno di tesori e reperti di un insediamento umano risalente all’età del Bronzo.

In prossimità di Torre Chianca, potrete sperimentare il Salento delle spiagge selvagge. La sabbia è finissima e l’acqua del mare è cristallina. Vi immergerete in tutta tranquillità e riuscirete a godervi il mare e la natura selvaggia.

Inizia poi la spiaggia più grande che, passando per le località di Belvedere, Bacino Grande e Lago Sereno termina a Torre Lapillo.

Torre Lapillo abbraccia un tratto di costa bellissimo ed incantevole. Le spiagge sono ben organizzate, i lidi che troverete in zona sono fornitissimi di tutto: comfort, cibo e relax.La torre di avvistamento, conosciuta anche con il nome di Torre di San Tommaso, presenta una struttura a base quadrata e una scalinata di accesso con tre archi sottostanti.

Oltrepassata questa marina, la costa diventa rocciosa intervallata da piccole calette fino a raggiungere Torre Castiglione, circondata dalle cosiddette “spunnulate”, doline carsiche che raggiungendo la falda danno vita a grotte e laghetti. Qui una piccola spiaggetta fa da cornice a un campeggio circondato dalla vegetazione. Si apre quindi la spiaggia di Padula Fede, così chiamata per via di un bacino di bonifica proprio a ridosso della spiaggia nei pressi del quale è sorto un maneggio, infatti la spiaggia è nota ai locali con il nome di “spiaggia dei cavalli“.

Segue quindi un mix formato da scogli e sabbia di Punta Grossa e si giunge alla località di Lido degli Angeli, dove a fare da padrone sono le lussureggianti dune e subito dopo alla contigua spiaggia di Punta Prosciutto, una delle più belle di tutta la costa ionica salentina, caratterizzata da acque limpide e dalla sabbia finissima e bianchissima, il tratto più bello e più servito della costa.

Una delle torri più grandi in assoluto è Torre Cesarea, torre di avvistamento situata nella parte meridionale dell’abitato. Essa è la più grande in assoluto per le sue dimensioni e fu costruita apposta come sede di Sopraguardia a capo della Comarca di Cesarea, perciò è detta anche “Torre Capitana“, in quanto possedeva giurisdizione di comando militare su tutte le torri comprese nella Comarca stessa. La torre, costituita da blocchi tufacei, presenta varie caditoie ed il coronamento è sostenuto da beccatelli. Durante la seconda guerra mondiale fu dimora di alcuni soldati dell’esercito italiano che avevano installato una postazione di artiglieria.

Per chi volesse visitare più spiagge possibili, senza perdere nessun dettaglio , può noleggiare una barca, che sia a vela o a motore, sarà un’occasione perfetta per ammirare i fondali ricchi di fauna e flora marina.

Tra una spiaggia e l’altra potete far visita al Museo di Biologia Marina di Porto Cesareo, dedicato alla fauna e flora marina e al suo habitat o al Museo Talassografico che contiene una raccolta malacologica, un erbario e rare specie ittiche ed inoltre potete visitare la maestosa Chiesa della Madonna del Perpetuo Soccorso, caratteristica per la sua facciata neoclassica inquadrata da due paraste doriche e da un timpano triangolare.

Cosa mangiare

La cucina di Porto Cesareo si basa prevalentemente sui prodotti del mare, i principali piatti tipici della località sono infatti a base di pesce (linguine ai frutti di mare, risotto alla pescatora, zuppa di pesce, etc).

Prodotto tipico locale è la triglia di Porto Cesareo. Non mancano tuttavia i piatti poveri della tradizione contadina salentina come le verdure di campagna reperibili nell’immediato entroterra. Molto caratteristica dal punto di vista culinario è via Silvio Pellico, detta “strada delle pescherie”.

Per gli interessati di eventi musicali, a fine agosto , come da tradizione, c’è la festa di Santa Cesarea, festa patronale di Porto Cesareo dove è possibile degustarei cibi salentini allietati dalla immancabile musica tradizionale della pizzica e dalle bellissime e suggestive luminarie.

Porto cesareo è pronta all’estate e a sfoggiare le sue immense aree naturali e le sue incantevoli spiagge dalla sabbia bianca e finissima e il suo mare cristallino.

29 Aprile 2022 @ 16:31 / Cronache della Campania