HomeCronacaCronaca di NapoliNapoli, dalla Regione altri 7,5 milioni per l'impianto di compostaggio di Ponticelli

Napoli, dalla Regione altri 7,5 milioni per l’impianto di compostaggio di Ponticelli

Lo afferma all'ANSA #PaoloMancuso, assessore con delega all'ambiente del Comune di #Napoli.
google news
campania piano antincendio
foto di repertorio

Napoli. “Siamo in un momento di forte aumento dei costi di costruzione, ma in questo la Regione e’ vicina al Comune di Napoli e nei prossimi giorni stabilira’ lo stanziamento di circa 7.5 milioni di euro in piu’ per l’impianto di compostaggio che costruiremo nell’area di Ponticelli a Napoli“.

Lo afferma all’ANSA Paolo Mancuso, assessore con delega all’ambiente del Comune di Napoli. L’impianto di compostaggio che sorgera’ nel territorio di Ponticelli, in via de Roberto, aveva uno stanziamento iniziale nel progetto di impianti per lo smaltimento dei rifiuti della Regione Campania di 23 milioni e 600.000 euro, che ora salira’ a 31 milioni.

Il progetto e’ stato approvato e l’azienda che si occupa del suo controllo, la Rina Check, ha confermato che appena arrivera’ lo stanziamento aumentato potra’ partire la gara finale per l’appalto di costruzione. “Stiamo lavorando con la Regione – spiega Mancuso – il problema per essere pronti per la gara, di questo ringrazio il vicepresidente regionale Bonavitacola che ci ha garantito che ci sara’ l’ok della giunta regionale.

L’aumento dello stanziamento piu’ forte necessario e’ stato posto come problema dai progettisti e la societa’ di valutazione ci ha confermato che c’e’ stato un aumento rispetto al preventivo iniziale. Stiamo proseguendo velocemente e siamo confidenti per bandire entro la fine di quest’anno la gara per la costruzione e avviare velocemente il cantiere”.

L’Area della costruzione dell’impianto di compostaggio ha una superficie di circa 40.000 mq, parte di un’area di circa 70.000 mq che ospitera’ un Polo Ambientale allargato ad altre attivita’ di recupero e valorizzazione dei rifiuti provenienti da Raccolta Differenziata. L’intero complesso si sviluppa su una superficie di oltre 400.000 mq. Sulla costruzione, Mancuso precisa che “vedremo i tempi di realizzazione dell’impianto.

So che e’ fatto di moduli e non ci vuole un tempo lungo, ma questo dipende dal cantiere. Come prima cosa dobbiamo vedere i partecipanti, anche perche’ con tutto questo aumento dei costi c’e’ il timore che le societa’ di costruzione non si facciano avanti. E’ impossibile al momento prevedere i costi tra qualche mese e le societa’ non partecipano tanto alle gare al momento”.

Monti si rivolge anche ai citadini della zona che in diverse occasioni hanno protestato contro il sorgimento dell’impianto nel loro quartiere: “Dico alle associazioni di cittadini – spiega Mancuso – che sono disponibile a organizzare delle visite con loro in impianti di Caserta o altrove, in luoghi che loro ritengono simile a quello che stiamo realizzando, io mi sono offerto di portarli, aspetto una risposta.

Una prima risposta sara’ aanche l’inserimento di tutta la VI municipalita’ nella raccolta dei rifiuti porta a porta, assumendo nuovo personale e coinvolgendoli al meglio per l’impianto che sorgera’ nella loro zona”.

A. Carlino
A. Carlinohttps://www.cronachedellacampania.it
Collaboratore di lunga data di Cronache della Campania Da sempre attento osservatore della società e degli eventi. Segue la cronaca nera. Ha collaborato con diverse redazioni.

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

google news
spot_img

Leggi anche

Superenalotto, il jackpot sempre su: ora a 231,8milioni di euro. TUTTE LE QUOTE

Nessun '6' né '5+1' al concorso di oggi del Superenalotto. Sono stati realizzati venti '5' che vincono 11.141 euro ciascuno. Il jackpot a disposizione...

Sorrento, i sindaci della Costiera: “C’è boom ma addio vivibilità”

Sorrento. Ville in fitto a 50mila euro a settimana. A Capri e' normale, i vip possono pagare, ma una coppia di giovani dell'isola che...

Cameriera chiede la paga, picchiata dai datori di lavoro: li denuncia

Donna picchiata dai datori di lavoro sol perché aveva "osato" chiedere la paga che le spettava e che non aveva ancora avuto. E dopo dopo...

Nuovi collegamenti Fs da Napoli a Formia-Gaeta

Nuovi collegamenti a partire da domenica 2 luglio e fino a domenica 28 agosto tra le stazioni ferroviarie di Napoli Centrale e Formia-Gaeta. I collegamenti...

CRONACHE TV

1 commento

I commenti sono chiusi.

spot_img

IN PRIMO PIANO

Pubblicita