Operazione dei carabinieri a sant’Antonio Abate. L’uomo aveva chiesto il pizzo a imprenditore che stava svolgendo lavori per conto del comune







Sant’Antonio Abate. Aveva chiesto il a che stava effettuando lavori per il Comune. Arrestato 35enne. L’anomalia sta nel fatto che la richiesta è avvenuta in un bar.

Ieri pomeriggio, a Sant’Antonio Abate, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato in flagranza di reato un 35enne, accusato di tentata estorsione. Le indagini, condotte dai militari dell’Arma, hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza in ordine al tentativo dello stesso di estorcere un’imprecisata somma di denaro al titolare di una ditta che stava svolgendo dei lavori per conto del Comune di Sant’Antonio Abate.

Nello specifico, dopo aver avvicinato nei pressi di un bar l’ imprenditore, avanzando una richiesta estorsiva, avrebbe poi minacciato verbalmente gli operai di quella ditta che stavano effettuando dei lavori sulla pubblica via, tentando nel contempo di aggredire fisicamente una persona che stava assistendo alle operazioni.

L’uomo è stato bloccato subito dopo da una pattuglia della locale Stazione Carabinieri, dopo un breve tentativo di fuga, prima in macchina e poi a piedi. Il 35enne, dopo le formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Napoli Poggioreale.



Finti finanzieri rapinano coniugi in casa nel Casertano

Notizia precedente

Avellino, 7 posti letto in Pediatria attivati al Moscati

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..