Il batte 1-0 la Sampdoria e torna a vincere al “Maradona”. Bene Petagna, decisivo, la difesa non corre pericoli e la coppia Demme-Lobotka domina il centrocampo: ecco le pagelle.
Ospina: 6. Praticamente mai impegnato dall’attacco della Samp: fa buona guardia la difesa, che gli facilita il pomeriggio murando tutti i tiri che passano in zona.
Di Lorenzo: 6,5. La solita garanzia: dietro ha poco da fare, quindi si spinge spesso in avanti trovando qualche buona iniziativa. Osa anche provando qualche conclusione dalla distanza.
Rrhamani: 6,5. Si trova benissimo nella marcatura degli attaccanti avversari, giocando sul fisico e riuscendo ad arginare tutte le mosse.
Juan Jesus: 6,5. Conferma la prestazione dopo il passo falso contro lo Spezia: arriva anche la gioia del gol, negato però dal VAR per un piede di troppo in fuorigioco.
Ghoulam: 6. Tiene bene la posizione e ci prova anche in avanti, rendendosi pericoloso su punizione. Migliora rispetto alla trasferta di Torino, servirà ad un corto in quel reparto (dall’80’ Tuanzebe: sv).
Demme: 7. Gran partita la sua: prende le redini del centrocampo, dalle sue parti gira tutto il gioco del con ordine e calma (dall’80’ Fabian Ruiz: sv).
Lobotka: 6,5. Una prestazione per niente scontata: qualità a servizio degli azzurri sulla mediana al fianco di Demme.
Elmas: 6. Del tridente alle spalle della punta è quello che forse meno si rende protagonista, non rischia quasi mai la giocata, anche se la sua non può definirsi una brutta partita.
Mertens: 5,5. Lotta nel primo tempo, nella ripresa si aprono più spazi e arrivano più occasioni. Che, però, non capitalizza: tanti errori a tu per tu con il portiere, da lui ci si aspetta di meglio.
Insigne: 6. Per mezz’ora mette a disposizione del la sua solita qualità. Si fa male, prova a stringere i denti ma è costretto al cambio. Bello l’applauso del Maradona (dal 30′ Politano: 7. Ingresso in campo deciso, punta quasi sempre l’uomo e trova tante giocate pericolose. Serve l’assist a Juan Jesus nel gol annullato, aveva sfiorato il palo con un tiro da fuori poco prima).
Petagna: 7. Si riprende l’attacco del dopo qualche critica di troppo: gol spettacolare, lotta per tutta la partita anche lontano dalla porta, aiutando la manovra in fase di disimpegno.
Vincenzo Scarpa




Clara Lodomini (Flc Cgil Salerno): “Il rinvio dell’apertura delle scuole è necessario”

Notizia precedente

Petagna: “L’importante era vincere. Il gol? E’ stato l’istinto”

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..