Dopo il crollo al cimitero di #Poggioreale il Comune di Napoli, d’intesa con la Curia e gli Enti titolari del censimento dei loculi, ha attivato una linea telefonica per fornire assistenza ai familiari dei defunti.






Dopo il crollo al cimitero di che ha interessato le due cappelle di San Gioacchino e dei Dottori Bianchi con ben 300 loculi andati distrutti, il Comune di Napoli, d’intesa con la Curia e gli Enti titolari del censimento dei loculi, ha attivato una linea telefonica per fornire assistenza ai familiari dei defunti.

Sembra, però che il numero telefonico messo a disposizione non sia di grande aiuto infatti, come segnalano diversi cittadini al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, la linea risulterebbe sempre occupata e quando è libera non si riceverebbe mai alcuna risposta dal’altro capo del telefono.

“Tale numero è perennemente occupato e, quando libero, lasciano squillare fino a quando non cade la linea. Non sono stati resi i noti i nomi delle congreghe coinvolte nel crollo allora per avere notizie dei nostri cari, cosa dobbiamo fare?”- una delle tante segnalazioni.

“Mio padre riposa nella cappella di San Gioacchino interessata dal recente crollo al cimitero di Poggioreale. Con molta difficoltà sono riuscita a sapere che la parte dove riposa papà risulta ancora integra. Vorrei denunciare l’impossibilità di mettermi in contatto con il numero telefonico messo a disposizione dal comune.

È da ieri che provo a chiamare ininterrottamente senza ottenere alcuna risposta. Al dolore ed allo sgomento per quanto accaduto, si aggiunge anche la beffa di essere abbandonati a noi stessi.”- racconta un’altra donna.

“Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni su questo presunto disservizio e noi stessi abbiamo provato a telefonare al numero indicato senza ricevere risposta. Abbiamo segnalato il problema agli Uffici Comunali e alla direzione cimiteriale per avere chiarimenti e far ripristinare il servizio telefonico affinché risulti efficiente o altrimenti si trovino altre soluzioni per fornire assistenza ai famiglie dei defunti già duramente colpiti da un evento disastroso e doloroso.”- è stato il commento del Consigliere Borrelli con il conduttore radiofonico Gianni Simioli.



Traffico illecito di rifiuti tra Gaeta e la Bulgaria: aperta un’inchiesta della Dda Di Napoli

Notizia precedente

Scommesse illegali: giro da 5 miliardi nei paradisi fiscali

Notizia Successiva



Ti potrebbe interessare..