Omicron in Campania: identificata oggi nei laboratori dell’ IZSM, l’Istituto zooprofilattico del Mezzogiorno, con sede a Portici, un altro caso.dopo quello di qualche settimana fa del manager casertano tornato dal Mozambico.

Un intenso e costante lavoro di sequenziamento che l’ IZSM sta conducendo in sinergia con l’ Ospedale Cotugno e il Tigem e che, particolarmente in questo periodo di intensificazione dei contagi, risulta fondamentale per comprendere l’ evoluzione del virus e consentire azioni di prevenzioni adeguate.

Il caso omicron di oggi riguarda una cittadina della provincia di Salerno di 22 anni rientrata dalla Francia. Gia’ avviato l’ iter per ricostruire, attraverso il Dip di Prevenzione dell’ Asl di Salerno, i contatti della giovane.

Il direttore generale dell’Istituto, Antonio Limone, afferma che “l’attivita’ di sequenziamento e’ molto importante, perche’ e’ l’unico strumento che abbiamo per combattere il Coronavirus che e’ un virus mutageno. Anticiparlo e’ fondamentale, sapere come si modifica significa riuscire ad organizzare una difesa adeguata e solo grazie a questa analisi ci puo’ far vincere questa battaglia.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Allarme di De Luca: “Siamo nel pieno della quarta ondata”;

Conoscerlo, studiarlo e prevederlo. Capire quali sono le sue mutagenesi e nell’ambito di questa attivita’ riuscire a costruire il rimedio. La vera paura e’ che “buchi” l’ombrello vaccinale senza riuscire piu’ controllarlo. Ecco perche’ il sequenziamento risulta essere uno strumento fondamentale”. 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Variante Omicron in Campania, positivi due colonnelli dell’esercito di rientro dal Sudafrica

@RIPRODUZIONE RISERVATA

 




Serie A: ecco date e orari delle prime 4 giornate del girone di ritorno

Notizia precedente

Tatuaggi solo in bianco e nero dal primo gennaio del 2022

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..