Luca morto dopo il sushi: confermato il sequestro del ristorante


ADS


La Procura di Napoli ha confermato il sequestro del ristorante del Vomero dove il mese scorso aveva mangiato sushi il 15enne #LucaPiscopo morto dopo una settimana

Luca morto dopo il sushi
Il 15enne Luca Piscopo morto dopo aver mangiato sushi

ADS

Il gip del Tribunale di ha convalidato il sequestro del ristorante “all you can eat” del quartiere dove il 23 novembre scorso il 15enne mangiò con le amiche e poi morì dopo una settimana.

Il titolare è stato iscritto nel registro degli indagati a seguito del decesso del 15enne originario di Saccavo e figlio di commercianti orafi.

Il decreto di sequestro dell’autorità inquirente venne notificato al ristoratore dal Nas di Napoli lo scorso 17 dicembre. Al ristoratore, di nazionalità cinese, i militari carabinieri e la Procura contestano i reati di omicidio colposo e di vendita di alimenti nocivi.

Il 15enne cominciò ad accusare i sintomi di un’intossicazione dopo avere consumato lo scorso 23 novembre del con alcune amiche anche quest’ultime sentitisi male.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:Luca Piscopo morto a 15 anni dopo aver mangiato il sushi: inchiesta a Napoli

Il giovane accusò disturbi intestinali accompagnati da febbre che il suo medico, anche lui iscritto nel registro degli indagati, ritenne di curare con farmaci che ne determinarono anche dei miglioramenti. Ciononostante lo scorso 2 dicembre, il ragazzo venne trovato senza vita nella sua camera da letto dai genitori.