Salerno. Avevano immesso nel mercato della ingenti quantitativi di di illecita provenienza. Ma sono stati scoperti.

Nell’ambito della costante attività di monitoraggio riguardante la movimentazione di prodotti energetici tra depositi commerciali, svolta dalla Sezione Accise dell’Ufficio Affari Generali e dall’Ufficio Antifrode della DT IX Campania, sono state rilevate alcune spedizioni sospette che hanno coinvolto, a vario titolo, tre strutture aventi sede in Campania.

ADS

Le successive attività di analisi e verifica, frutto di una minuziosa ricostruzione documentale e di controlli incrociati delle informazioni a disposizione, coordinata dai suddetti Uffici di Direzione, con il supporto dell’Ufficio delle Dogane di Salerno, hanno consentito di accertare un’evasione complessiva di diritti dovuti di circa 30 milioni di euro (la sola evasione di accisa ammonta a 22 milioni di euro).

L’attivita’ fraudolenta dei tre depositi commerciali si è svolta principalmente attraverso l’introduzione di ingenti quantitativi di di illecita provenienza nella filiera commerciale di tipo legale: il prodotto in questione è stato sottratto, in tal modo, all’accertamento e al pagamento dell’accisa e dell’IVA afferenti e preso in carico da deposito compiacente sulla scorta di Documenti di Accompagnamento Semplificato (DAS) falsi sotto un profilo ideologico e sostanziale. Ma vi è di piu’.

La frode dei depositi commerciali coinvolti si è consumata anche attraverso la sottrazione all’accertamento di denaturato a uso agricolo per destinarlo a usi a maggiore imposta: i depositi implicati hanno organizzato tra loro plurimi e fittizi trasferimenti del prodotto fino a farne perdere ogni traccia, attraverso l’espediente della mancata presa in carico nei registri contabili da parte dell’ultimo deposito destinatario.

LEGGI ANCHE  Mourinho a Roma, il primo giorno a Trigoria. Atalanta, ufficiale Musso

Per tali illeciti è altresì prevista in via successiva l’irrogazione di sanzioni dal doppio al decuplo dell’evasione accertata.



Esperto in diritto Diplomatico e Internazionale. Lavora da oltre 30 anni nel mondo dell’editoria e della comunicazione. E' stato rappresentante degli editori locali in F.I.E.G., Amministratore di Canale 10 e Direttore Generale della Società Centro Stampa s.r.l. Attento conoscitore della realtà Casertana.

Napoli, la tragica storia di Francesco Paolillo e il degrado di Ponticelli arrivano in Parlamento

Notizia precedente

Covid: 8.516 nuovi casi in Italia, e tasso positività all’1,7 per cento

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..